SHARE

barzagli_recuperato-638x425

Archiviata la vitale vittoria sul Copenaghen in Champions League, per la Juventus è già tempo di pensare al campionato. Domenica, infatti, all’insolita ora dell’aperitivo per favorire l’afflusso di bambini nelle curve squalificate per discriminazione territoriale, allo Juventus Stadium arriverà l’Udinese di Francesco Guidolin, rinvigorita dalla vittoria sulla Fiorentina e vogliosa di sgambettare anche la Signora.

ASA SQUALIFICATO- Per andare a caccia della sesta vittoria consecutiva, invece, Conte ha qualche problemino di formazione. Più che altro relativo al turnover. In fascia a sinistra sarà squalificato Kwadwo Asamoah, in luogo del ghanese si contenderanno una maglia Federico Peluso e Paolo De Ceglie, a meno che Conte non decida di schierare la difesa a quattro, ma ad oggi appare improbabile. Pertanto davanti a Buffon, agirà la difesa titolare composta da Bonucci e Chiellini e dal rientrante Barzagli che dovrebbe partire dal 1’. Anche Lichtsteiner potrebbe tornare a disposizione per domenica, in ogni caso i dubbi saranno sciolti solo domani. A destra, perciò, potrebbe agire Martin Caceres o, nel caso in cui Barzagli non dovesse farcela e l’uruguayano dovesse scalare nei tre dietro, potrebbe esserci la terza partita consecutiva da titolare per Padoin. In mezzo dovrebbe tornare in campo Marchisio dall’inizio, uno tra Pogba, Pirlo e Vidal, perciò riposerà.

COPPIA TITOLARE- Se a centrocampo  vige il turnover , in attacco tutto sembra già deciso. Tevez e Llorente sono ormai la coppia titolare dell’attacco bianconero e anche contro l’Udinese dovrebbero partire dall’inizio. Difficile che Conte conceda un turno di riposo ai due ma, qualora dovesse accadere, sarebbe Fabio Quagliarella a partire dall’inizio.

 

SHARE