SHARE

Conte (giacca)

«Le bucce di banana sono dietro l’angolo». Dire che i diritti di questa frase appartengono ad Antonio Conte, ormai, non sorprende più. Così il tecnico bianconero nella consueta conferenza stampa di vigilia ha voluto mettere in guardia i suoi, o far drizzare le antenne come ama ripetere, dalla sfida di domani contro l’Udinese: «Domani sarà una partita molto difficile, ostica. L’Udinese è una squadra in recupero anche da un punto di vista fisico e lo abbiamo visto domenica scorsa quando hanno imposto un gran ritmo. Hanno giocatori veloci e pericolosi e un Totò Di Natale che ha grandissimi colpi ed è in grado di cambiare la partita. Dovremo stare attenti, sappiamo come gioca l’Udinese e non dovremo farci sorprendere».

GALLIANI- Il caso Galliani è argomento del giorno anche a Vinovo e Conte non può esimersi dal commentare la vicenda seppur in maniera molto cauta: «Non entro nel merito della vicenda perché non conosco i fatti e non sarebbe corretto. Quello che mi sento di dire è che Galliani è stato un grandissimo dirigente, tra i più bravi della storia del calcio e i suoi successi parlano per lui. Vincere non è facile ma rivincere è ancora più difficile e lui c’è riuscito più volte. Ho grandissimo rispetto per lui sia come dirigente che come uomo».

MOMENTO IMPORTANTE- Conte poi si sofferma sul momento della sua squadra a partire dagli infortuni fino ad arrivare al duello con la RomaPiano piano l’infermeria si sta svuotando, parlare di recuperati mi pare eccessivo. Lichtsteiner clinicamente è guarito, è tornato ad allenarsi con noi ma è chiaro che dopo due mesi fuori debba recuperare la gamba, la condizione atletica. Spero di rivederlo prima di Gennaio perché ne abbiamo davvero bisogno. Isla oggi farà l’ultimo allenamento differenziato e dalla settimana prossima tornerà in gruppo così come Giovinco, in attesa sempre di recuperare Pepe. Per quanto riguarda la Roma, stanno facendo un cammino straordinario, il fatto che abbiano vinto dieci partite e pareggiate tre e che non siano in testa la dice lunga su quanto stiamo facendo anche noi. Fino a due settimane fa anche il Napoli stava facendo benissimo. E’ un momento importante del campionato e bisogna stare attenti perché le bucce di banana sono dietro l’angolo».

WALKIE TALKIE- Dopo aver dribblato abilmente le domande sul mercato «Niente letterina a Babbo Natale stiamo bene così», Conte dice la sua sull’utilizzo del walkie talkie da parte di Rudi Garcia domenica scorsa: «Ci sono delle regole che vanno rispettate. Io stesso, mio malgrado, ho dovuto rispettarle per quattro mesi. Bisognerebbe fare qualcosa perché stare in panchina o in tribuna non è la stessa cosa, io penso che nel 2013 un minimo di comunicazione possa esserci. Non cade il mondo se Garcia comunica con un suo collaboratore in panchina».

 

SHARE