SHARE

azteca_atlas_0

Nel calcio moderno il legame tra calcio e televisioni è qualcosa di imprescindibile. In Italia ad esempio la maggior parte dei proventi dei club proviene dagli introiti dei diritti tv, che sono spesso motivo di spaccatura tra diverse fazioni per la spartizione della torta. In Messico però succede addirittura che una famosa TV del paese acquisti una propria squadra. Si tratta di TV Azteca, uno dei principali network dello stato centroamericano, entrata in possesso dell’Atlas, non pago evidentemente di controllare pure il Monarcas Morelia.

SOLDI E TV – L’Atlas, compagine con sede nella città di Guadalajara e che ospita nella propria rosa la vecchia conoscenza del calcio italiano Leandro Damian Cufrè (ex Roma e Siena), è passato di mano a TV Azteca in cambio di 40 milioni di dollari, cifra accettata all’unanimità dai 124 soci facenti parte del CdA. Anche la Federcalcio del Messico ha espresso il proprio avallo all’operazione che ha tolto un bel pò di castagne dal fuoco alla squadra, da tempo alla ricerca di un compratore con capitali freschi pronti da investire.

L’INIZIO DELLE TRASMISSIONI – La situazione dell’Atlas sul campo rispecchia quello che è stato il suo andazzo difficile dal punto di vista economico, con soli 12 punti racimolati in 17 gare di campionato e con gli stipendi dei giocatori “regolarmente” non pagati. In Messico però quella di acquistare le più note squadre di calcio da parte delle televisioni sembra essere un’usanza piuttosto diffusa, se si pensa che anche l’America ed il Necaxa, squadre celebri all’interno dei propri confini, appartengono all’emittente Televisa. Ed in Italia? Abbiamo Thohir con l’Inter: l’indonesiano è infatti un magnate delle televisioni, come a suo tempo e tutt’oggi pure Berlusconi con il Milan.