SHARE

Pepe-Reina

Pepe Reina, portiere del Napoli, è uno dei candidati per il successore di Victor Valdes al Barcellona. Ecco l’intervista integrale ai microfoni di Mundo Deportivo.

Come si trova a Napoli?

“Sono super contento. E’ stata una decisione di rimbalzo ma fino a questo momento sia a livello sportivo che al livello familiare tutto sta andando meglio di quello che mi aspettavo”

Perché il Napoli quando ha deciso di lasciare il Liverpool?

“E’ andata così. Il Liverpool tessera un altro portiere, il mister mi comunica che non giocherò perché preferisce Mignolet e c’è l’occasione di cedermi al Napoli. Io conosco Rafa Benitez perfettamente, lui mi voleva prendere e non vedevo unas squadra migliore per combattere per cose buone. Il progetto sportivo è interessantissimo. C’è una Champions e una squadra giovane con molta fame. Mi è piaciuto molto il trasferimento”

A Napoli i tifosi sono molto esigenti.

“Meglio, ciò fa che un calciatore si alleni di più e tenga più voglia di vincere. L’ho detto molte volte con la mia famiglia, che a volte non ci va tanto bene perché ho quella fame che forse inavvertitamente avevo perso a Liverpool, ormai. E’ uno stimolo che ti costringe a migliore in ogni allenamento”

Si può vincere lo Scudetto?

“E’ difficile. Speriamo, sarebbe una grandissima notizia per il club, per la città…però c’è una squadra, la Juventus, che gioca da molto tempo assieme, che ha la migliore rosa della serie A ed è difficile batterla, però andremo a combattere a morte fino alla fine per dare felicità alla città di Napoli dopo 28 anni senza vincere lo Scudetto”

Anche in Champions è molto difficile passare il turno. E nella partita di Dortmund lei ha sofferto molto.

“E’ un girone molto difficile. Venendo come venivamo nel quarto gruppo, qualsiasi gruppo sarebbe stato complicato. Abbiamo avuto la fortuna che nel secondo gruppo ci siamo liberati delle grandi squadra e ci è toccato il Marsiglia, però la fatalità ha voluto che al gruppo 3 pescassimo il Dortmund che è una delle migliori squadre d’Europa…Borussia e Arsenal non hanno fallito, il Marsiglia non ha fatto nemmeno un punto e tra le restanti tre noi ci siamo giocati tutto. Realmente abbiamo fatto una buona Champions. Abbiamo perso in casa dell’Arsenal e del Borussia, dove qualsiasi squadra può perdere. Il resto sono state tutte nostre vittorie. E’ una fatalità che abbiamo avuto un gruppo così forte e che noi abbiamo fallito a Londra e a Dortmund”

Il Barcellona spinge per averti.

“Ah si? Beh, sarò uno dei tanti nomi che cercano. Il Barça è un club mondiale. Ma ripeto io a Napoli sto bene, voglio dare una gioia a quella gente perché confidano in me e sono diventato un esempio per loro. Inutile dire che quando si parla di un club come il Barça, tutti vorrebbero andarci. Per me sarebbe bello perché potrei chiudere alla grande la carriera, ma ad oggi non c’è nulla di tutto questo”

SHARE