SHARE

Conte (giacca)

Una Juve bella. E’ quella che vuole vedere Antonio Conte nella sfida di domani sera al Dall’Ara di Bologna: «Ci aspettiamo una gara davvero molto tosta e molto difficile. Noi dobbiamo essere bravi ad andare lì pensando solo a questa partita, con la testa sgombra. Il nostro obiettivo deve essere, come sempre, quello di essere più belli degli avversari e vincere la partita» ha spiegato il tecnico in conferenza stampa.  A contribuire alla bellezza della Juventus potrebbe essere Stephan Lichsteiner che con l’Udinese si è rivisto in campo, ma Conte ci va molto cauto: «Lichtsteiner sta recuperando e sta cercando la condizione migliore. E’ normale che ci voglia tempo dopo tanto che è stato fuori. Contro l’Udinese ha giocato uno stralcio di partita e farà così finché non ritroverà la giusta condizione e non sarà completamente recuperato».

GOLDEN PAUL- Ieri è stato il giorno di Paul Pogba che ha ricevuto il Golden Boy 2013, e ora dovrà non fare rimpiangere Pirlo. Conte, come al solito, dosa bastone e carota per parlare del francese: «Sono molto contento per lui e sono ancor più contento del fatto che voglia vincere ancora tanto. Paul è consapevole dei propri mezzi e delle proprie qualità ma sa che la strada da percorrere è ancora lunghissima. Un anno e mezzo fa giocava nella primavera del Manchester United e la prima squadra la vedeva col binocolo. Se adesso sta raggiungendo questi risultati è merito mio, del mio staff e della Juventus. Vice Pirlo? Può fare quel ruolo e può farlo anche bene, di base Paul è un interno ma in caso di necessità può fare il regista, vogliamo lavorare su questa soluzione e capire chi dei tre centrocampisti può esprimersi meglio davanti alla difesa, penso che anche Vidal e Marchisio possano giocare tranquillamente lì ».

ACCANIMENTO- E’ tempo di rinnovi in casa Juventus, ma dopo Vidal non ci sarà Conte a prolungare il suo contratto con la Juventus come spiega lui stesso: «In questo momento il mio rinnovo non è una priorità, non è un discorso importante né per me né per la Juventus. Sono contento per i ragazzi che rinnovano perché meritano tutto quello che gli sta capitando. Io sono molto sereno e penso solo al momento della stagione». Infine Conte dice la sua sulla multa di 5000 euro alla Juventus per i cori contro Brkic dei bambini domenica scorsa: «Per me si tratta di accanimento. Fare demagogia è facile, io sono un padre di famiglia e dico da tempo che bisogna migliorare il calcio in tutte le sue componenti. Che posso dire, speriamo che dalla prossima partita al rinvio del portiere i bambini grideranno “bravo”…» ha chiosato sibillino Conte.

 

SHARE