SHARE

C_3_Media_1701677_immagine_ts673_400

Ultimo aggiornamento: 6 dicembre, ore 18,30

BOLOGNA – JUVENTUS

venerdì 6 dicembre, 20.45

BOLOGNA (3-4-2-1) Curci; Mantovani, Natali, Antonsson; Morleo, Khrin, Perez, Garics; Diamanti, Kone P.; Bianchi.

ASSENTI Sorensen (squalifica), Cherubin, Gimenez (infortunio)

Pioli deve rimpiazzare lo squalificato Sorensen, il ballottaggio è tra Mantovani e Khrin: in caso di spostamento del centrocampista in difesa, troverà spazio nell’11 titolare l’ex Pazienza. Davanti Bianchi favorito su Cristaldo, difficile che Laxalt tenga fuori un Kone in forma smagliante.

JUVENTUS (3-5-2) Buffon; Chiellini, Ogbonna, Barzagli; Peluso, Marchisio, Vidal, Pogba, Padoin; Vucinic, Quagliarella.

ASSENTI Pepe, Isla, Giovinco, Pirlo (infortunio)

Conte deve fare i conti con l’assenza di Pirlo: in conferenza ha reso noto che deciderà man mano a quale dei tre centrocampisti affidare la cabina di regia, ma il favorito appare Vidal. Lichtstenier non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, potrebbe partire titolare ancora Padoin, mentre Conte vara un turnover massiccio: Ogbonna, Peluso, Vucinic e Quagliarella saranno della partita, ma occhio alla possibilità di Asamoah centrale di centrocampo al posto di un Marchisio non al top.

LIVORNO – MILAN

sabato 7 dicembre, ore 18.00

LIVORNO (3-5-1-1) Bardi; Ceccherini, Emerson, Coda; Mbaye, Greco, Luci, Biagianti, Schiattarella; Siligardi; Paulinho.

ASSENTI De Lucia (squalifica), Botta, Piccini (infortunio)

Mister Nicola, dopo la debacle contro il Chievo, è sempre più in bilico: si affida al rientro di capitano Luci, con Siligardi a supporto del bomber Paulinho. Confermato il pacchetto difensivo, ballottaggio serrato Gemiti-Mbaye, ma dovrebbe avere la meglio il ragazzo scuola Inter.

MILAN (4-3-2-1) Abbiati; Emanuelson, Mexes, Zapata, Bonera; Poli, De Jong, Montolivo; Birsa, Kaka’; Balotelli.

ASSENTI Amelia, Zaccardo, Silvestre, Abate, Muntari, Robinho, Pazzini (infortunio)

Ancora in emergenza infortuni il Milan di Allegri: nel pacchetto difensivo improbabile il recupero di Abate, De Sciglio che va in panchina, con Mexes recuperato sarà Bonera il terzino destro. In avanti difficile l’impiego di El Shaarawy, con Birsa che dovrebbe essere confermato tra i titolari.

NAPOLI – UDINESE 

sabato 7 dicembre, ore 20.45

NAPOLI (4-2-3-1) Reina; Reveillere, Fernandez, Raul Albiol, Maggio; Dzemaili, Inler; Mertens, Pandev, Callejon; Higuain.

ASSENTI Britos (squalifica), Zuniga, Mesto, Hamsik (infortunio)

Rafa Benitez pensa alla Champions: possibile impiego di Reveillere dal primo minuto per far rifiatare Armero, Fernandez sostituirà lo squalificato Britos. Alle spalle di Higuain possibile staffetta Mertens-Insigne, con il belga che potrebbe partire titolare, mentre Hamsik è ancora ai box per un problema al piede: probabile rientro contro l’Arsenal, sabato toccherà nuovamente a Pandev, con Dzemaili che farà coppia con Inler se Behrami non riuscirà ad assorbire la botta subito contro la Lazio.

UDINESE (3-4-2-1) Brkic; Domizzi, Danilo, Heurtaux; Gabriel Silva, Allan, Lazzari, Basta; Pereyra, Fernandes; Maicosuel.

ASSENTI Ranegie, Muriel (infortunio)

Dopo la bella prestazione allo Juventus Stadium la squadra di Guidolin è chiamata a ripetersi al San Paolo: probabilmente scenderà in campo il solito 11, con Pinzi che nonostante sia di nuovo a disposizione difficilmente scalzerà uno fra Lazzari ed Allan. Non riesce a recuperare Di Natale, che non viene nemmeno convocato Davanti Pereyra e Fernandes supporteranno con la loro velocità nelle ripartenze uno tra Maicosuel e Nico Lopez.

ROMA – FIORENTINA

domenica 8 dicembre, ore 12.30

ROMA (4-3-3) De Sanctis; Dodo, Castan, Benatia, Maicon; Strootman, De Rossi, Pjanic; Gervinho, Borriello, Florenzi.

ASSENTI Balzaretti (infortunio)

L’infermeria giallorossa si sta svuotando, fatta eccezione per Balzaretti e Totti, che saranno ai box anche domenica: davanti ballottaggio Borriello-Ljajic, con Destro che sembra un po’ indietro a causa dello stato di forma non eccelso dopo il lungo infortunio. Il pacchetto arretrato dovrebbe essere confermato, con Dodo che dovrebbe mantenere il posto nonostante il rientro di Torosidis. Totti è rientrato in gruppo, ma probabilmente si accomoderà in panchina.

FIORENTINA (4-3-3) Neto; Pasqual, Savic, Gonzalo Rodriguez, Tomovic; Pizarro, Ambrosini, Aquilani; Cuadrado, Rossi, Borja Valero.

ASSENTI Hegazy, Pasqual, Gomez (infortunio)

La Viola si schiererà  con Cuadrado e Valero a supporto di Rossi nel tridente. Sulle fasce della difesa ci saranno il recuperato Pasqual e Tomovic che ha stupito contro l’Hellas, mentre a centrocampo recupera Pizarro, con ai lati Ambrosini e Aquilani.

CAGLIARI – GENOA

domenica 8 dicembre, ore 15.00

CAGLIARI (4-3-1-2) Avramov; Murru, Astori, Rossettini, Pisano; Nainggolan, Conti, Ekdal; Cossu; Pinilla, Sau.

ASSENTI Ibarbo (infortunio)

Lopez ritrova Pinilla e Nainggolan ma perde Ibarbo: occhio a Conti, sempre pericoloso fra le mura casalinghe, e a Cossu, che sembra essersi messo gli infortuni alle spalle. Difficile che Cabrera trovi spazio nell’11 titolare, mentre il pacchetto arretrato è confermatissimo, con Pisano e Murru esterni e la coppia centrale Astori-Rossettini. Possibile chance per Ekdal, che si è completamente ristabilito dall’infortunio.

GENOA (3-4-3) Perin; Manfredini, Portanova, Antonini; Antonelli, Biondini, Cofie, Vrsaljko; Kucka, Gilardino, Fetfatzidis.

ASSENTI Matuzalem (squalifica), Santana (infortunio)

In grande spolvero il Genoa di Gasperini: a Cagliari non ci sarà Matuzalem per infortunio, toccherà a Cofie rimpiazzarlo. Il tridente viene confermato, così come Antonini terzo a destra nella difesa a 3: confermati sulle fasce Antonelli e Vrsaljko, autore di un ottimo avvio di stagione.

SAMPDORIA – CATANIA

domenica 8 dicembre, ore 15.00

SAMPDORIA (4-2-3-1) Da Costa; Costa, Gastaldello, Mustafi, De Silvestri; Palombo, Obiang; Gabbiadini, Kristicic, Eder; Pozzi.

ASSENTI Salamon, Berardi G. (infortunio)

Mihajlovic deve fare i conti con i problemi muscolari di Gastaldello: il capitano sembra però aver recuperato e dovrebbe regolarmente essere in campo. Panchina per l’eroe di San Siro Renan, con il rientro di Kristicic ci saranno Eder e Gabbiadini a supporto di Pozzi, con la cerniera di centrocampo composta da Palombo e Obiang.

CATANIA (4-1-4-1) Frison; Biraghi, Spolli, Rolin, Peruzzi; Guarente; Monzon, Castro, Plasil, Keko; Maxi Lopez.

ASSENTI Tachtsidis, Barrientos (squalifica) Boateng, Bellusci, Bergessio, Izco, Almiron (infortunio)

Emergenza in casa Catania: fra infortuni e squalifiche mancano 6 titolari. La nota lieta è il rientro di Plasil, ma i migliori degli etnei in questo sventurato avvio di stagione, mentre Legrottaglie è stato scalzato da Rolin dopo il disastro contro il Torino. Novità nel modulo: sarà 4-1-4-1, con un quartetto alle spalle di Maxi Lopez. Si rivede Monzon, occhio a Frison che potrebbe rubare il posto ad Andujar.

SASSUOLO – CHIEVO VERONA

domenica 8 dicembre, ore 15.00

SASSUOLO (3-4-3) Pegolo; Acerbi, Bianco, Antei; Longhi, Marrone, Magnanelli, Schelotto; Berardi D., Zaza, Floro Flores.

ASSENTI Terranova, Aladje Gomes (infortunio)

I ragazzi di Di Francesco, in netta ripresa dopo un brutto avvio, si affidano ai golden boy Berardi-Zaza: la formazione è quella tipo, unico dubbio sulla fascia destra, dove Schelotto appare in vantaggio su Gazzola.

CHIEVO VERONA (4-1-4-1) Puggioni; Drame, Dainelli, Cesar, Frey; Rigoni L.; Estigarribia, Radovanovic, Hetemaj, Lazarevic; Thereau.

ASSENTI Calello, Claiton (infortunio)

Il Chievo pare aver ritrovato nuova linfa con Corini: la formazione è la stessa presentata contro Livorno ed Hellas, con Thereau unica punta. Pacchetto arretrato ormai confermato, la lieta sorpresa è Lazarevic, che ha scalzato Sestu nelle gerarchie della fascia sinistra.

TORINO – LAZIO

domenica 8 dicembre, ore 15.00

TORINO (3-4-3) Padelli; Moretti, Bovo, Glik; D’Ambrosio, Vives, Farnerud, Darmian; El Kaddouri, Immobile, Cerci.

ASSENTI Gillet (squalifica) Larrondo (infortunio)

Ventura da ancora fiducia al tridente che sta facendo molto bene, mentre potrebbe ritrovare Bovo in difesa. In caso il centrale non ce la facesse, probabile spostamento di Darmian in difesa con Pasquale in fascia. Cerniera di centrocampo composta da Farnerud-Vives, ma scalpitano Gazzi e Brighi.

LAZIO (4-1-4-1) Marchetti; Radu, Cana, Ciani, Konko; Biglia; Lulic, Onazi, Hernanes, Candreva, Klose.

ASSENTI Mauri (squalifica) Alvaro Gonzalez, Biava (infortunio)

Petkovic, sempre più in difficoltà, dovrebbe recuperare Klose: se il tedesco non dovesse farcela spazio a Perea, con Keita ancora in panchina. Davanti alla difesa Biglia sembra avvantaggiato su Ledesma, mentre è molto difficile che i biancocelesti possano contare su Biava.

HELLAS VERONA – ATALANTA

domenica 8 dicembre, ore 15.00

HELLAS VERONA (4-3-3) Rafael; Agostini, Alejandro Gonzalez, Maietta, Romulo; Hallfredsson, Donati, Jorginho; Martinho, Toni, Iturbe.

ASSENTI Cacciatore, Jankovic (squalifica) Bianchetti, Laner (infortunio)

Problemi in casa Hellas: Cacciatore squalificato, al suo posto Romulo presidierà la fascia destra, con Agostini a sinistra. A centrocampo trova dunque posto Donati, con Jorginho da mezzala, mentre nel tridente, con la squalifica di Jankovic, si giocheranno un posto Juanito e Martinho: il brasiliano appare favorito, ma l’argentino gode della stima incondizionata del mister.

ATALANTA (4-4-1-1) Consigli; Brivio, Canini, Cazzola, Scaloni; Bonaventura, Carmona, Migliaccio, Brienza; Livaja; Denis.

ASSENTI Cigarini (squalifica) Bellini, Yepes, Raimondi, Stendardo, Del Grosso (infortunio)

Emergenza difesa per Colantuono: il recupero più probabile, ma comunque difficile, è quello di Stendardo, in caso contrario Cazzola affiancherà Canini in difesa. A centrocampo Migliaccio in cabina di regia con Cigarini squalificato, Moralez ha preso un botta e non è al 100%: il suo impiego sembra sempre più difficile e Colantuono dovrebbe optare per l’attacco pesante con Livaja al fianco di Denis.

INTER – PARMA

domenica 8 dicembre, ore 20.45

INTER (3-5-1-1) Handanovic; Juan Jesus, Rolando, Campagnaro; Zanetti, Alvarez R., Cambiasso, Taider, Jonathan; Guarin; Palacio.

ASSENTI Chivu, Mariga, Milito, Samuel, Nagatomo, Icardi (infortunio)

In casa Inter si lavora per riportare in campo Nagatomo, ma la defezione del giapponese per domenica sera sembra sicura: capitan Zanetti è pronto. Per il resto formazione tipo, con Rolando che sembra aver scalzato Ranocchia nelle gerarchie di Mazzarri e Guarin che si muoverà fra le linee alle spalle di Palacio.

PARMA (4-3-3) Mirante; Gobbi, Lucarelli, Paletta, Cassani; Parolo, Gargano, Marchionni; Sansone N., Cassano, Biabiany.

ASSENTI Pavarini, Obi, Galloppa, Okaka (infortunio)

Antonio Cassano, il grande ex della partita, vuole esserci a tutti i costi nonostante l’operazione di riduzione della frattura al setto nasale subita in settimana: agirà da falso nueve, con Biabiany e Sansone ai suoi lati. In difesa torna in pianta stabile Paletta, che affiancherà Lucarelli nella retroguardia a 4: Gargano playmaker, Gobbi e Cassani presidieranno le fasce di difesa.

SHARE