SHARE

aragones

Luis Aragonés, ex ct della Spagna, si è ufficialmente ritirato dal calcio all’età di 75 anni.

Calciatore storico dell’Atletico Madrid tra il 1964 ed il 1974, anno nel quale passò dal campo alla panchina rojoblanca, Aragonés ha guidato, oltre ai colchoneros, anche Betis, Espanyol, Valencia, Barcellona, Siviglia, Oviedo, e, infine, Fenerbahce. L’allenatore sarà però prima di tutto ricordato per il suo lavoro nella nazionale spagnola, con il quale ha dato il là ai successi della roja, conquistando Euro 2008.

Ecco le sue parole in un’intervista al sito vozpopuli.com:

“Non mi è costato molto decidermi. Quando andai via dalla Turchia sapevo già che sarebbe stato difficile proseguire. E oggi so che è definitivo. Sono molte le questioni. L’età, dove puoi allenare, come puoi allenare. Sono molte cose quelle che ti portano a dire, che è finita, terminata. Mancata convocazione di Raùl a Euro 2008? Io non ho parlato con Raùl. In quel momento Villa e Torres rendevano molto più di lui.  Federazione? Stavano già considerando che il mio ciclo era finito prima del 2008, ma dopo aver vinto un Europeo, la cosa normale era fare qualche tentativo in più affinchè io restassi. Io non sarei rimasto naturalmente, era impossibile, ma non fecero niente perchè io restassi”.

 

 

SHARE