SHARE

benitez

Rafa Benitez, allenatore del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con l’Udinese, in programma domani sera al San Paolo.

Ecco la conferenza:

Abbiamo perso Zuniga e Mesto, due giocatori che facevano questo lavoro. E’ un po’ difficile cambiare tutto in poco temo, la cosa importante è quella di trovare l’equilibrio. Tutti devono aiutare in fase difensiva. Hamsik ha avuto un colpo al piede, che si deve riassorbire e non vogliamo rischiare. Dobbiamo aspettare per vedere come va. Salterà Udinese sicuramente, per l’Arsenal si vedrà. Reina infortunato? Solo qualche acciacco. L’Udinese ha fatto una grandissima partita a Torino contro la Juventus: dobbiamo essere attenti e non dobbiamo rischiare perché loro sono molto pericolosi nelle ripartenze. Con l’Arsenal sarà un match particolare. Nessun allenatore è soddisfatto con la squadra: per arrivare dove dobbiamo arrivare bisogna lavorare sul campo e poi aspettare gennaio per la sessione di mercato. Credo che questa rosa possa far bene in campionato. La partita con l’Udinese è più difficile rispetto a quella con l’Arsenal. La squadra è forte se è in grado di fare tutti i tipi di gioco, possiamo adattarci a varie soluzione: questo non è un problema. A Roma non era facile fare possesso palla. Higuain è un giocatore che fa la differenza. Goran è molto intelligente in campo, sa quello che deve fare e dove ricevere la palla. Lui ha l’intelligenza giusta per capire dove giocare. Sia la fase offensiva che quella difensiva si possono migliorare sempre. La cattiveria è l’intensità che deve avere per tutta la durata del match, senza perdere equilibrio. C’è da lavorare, bisogna trovare il momento giusto. Gli esterni come Insigne e Callejon fanno un grande lavoro, per questo c’è da cambiare di più in questo ruolo. Quando si vince, è più facile spiegare le cose che abbiamo sbagliato. Il modulo non è la differenza, ma l’idea di gioco è quella che interessa. Il 3-5-2 non è un modulo offensivo, bensì difensivo perché si chiudono tutti schierandosi con 5 difensori. Ribadisco, il modulo non è importante”.

 

SHARE