SHARE

bvb

Scontro al vertice tra le due inseguitrici dirette del Bayern Monaco: un solo punto divide Borussia Dortmund e Bayer Leverkusen, con le Aspirine che occupano il secondo posto in classifica. Il Borussia, con evidenti problemi in difesa, schiera Friedrich e Sokratis centrali, con il trio Aubameyang/Mkhitaryan/Kuba alle spalle di Lewandowski. Il Bayer risponde con un 4-3-3 con il solo Kiessling di punta supportato da Son ed Hegeler.

PRIMO TEMPO– La partita è equilibrata sin dalle prime battute, con gli uomini di Hyypia che rimangono corti pressando molto bene i palleggiatori avversari. Al 3′ minuto primo squillo dei padroni di casa, con Lewandowski che spaventa Leno. Il Bayer sembra avere il predominio del centrocampo, con i tre intermedi che si scambiano il pallone con precisione e continuità imbeccando le punte in maniera pericolosa. La partita si sblocca grazie ad un errore grossolano della difesa giallo-nera: Friedrich con troppa sufficienza prova a servire Grosskreuz, ma Castro intercetta e lancia Son. Il coreano salta netto Weidenfeller e porta i suoi in vantaggio. Donati e Can rimangono alti impedendo ai velocisti avversari di prendere il sopravvento, ma ancora una volta Lewandowski in acrobazia intercetta un cross, arrivato stavolta, dalla destra: Leno è sicuro e blocca la palla. Nel finale ancora un’occasione per Son, che stavolta si fa ipnotizzare dal portiere avversario e manca il gol del 2-0. Il primo tempo termina con gli ospiti in vantaggio, ma la partita rimane aperta a qualsiasi risultato.

SECONDO TEMPO

Se il primo tempo è risultato tutto sommato godibile, nel secondo non succede assolutamente nulla. Gli episodi fondamentali sono negativi: Bender e Sahin abbandonano il campo per infortunio, mentre sono espulsi Spahic (manata ad un avversario) e Papasthatopoulos ( proteste), entrambi per eccessiva fiscalità dell’arbitro. L’ingresso di Reus non serve a svegliare i suoi e, quando non si tira in porta, i migliori in campo risultano essere i difensori. L’assedio finale non ha esiti positiv e nè LewandowskiAubameyang riescono ad impensierire Leno. Il Bayer espugna il Westfalenstadion e si conferma senconda forza del campionato; sicuramente pesano gli infortuni per la squadra di Klopp, che perde altre due pedine in vista della partita di Marsiglia.

Da sottolineare la prestazione di Giulio Donati, che ha sofferto pochissimo Aubameyang difendendo in maniera egregia. Ogni tanto è bello esaltare i nostri giovani talenti in giro per il mondo, anche solo per tappare la bocca a coloro che danno il nostro calcio per morto e senza futuro.

SHARE