SHARE

buffon conte

Antonio Conte e Gianluigi Buffon si sono presentati determinati alla conferenza stampa prima di Galatasaray-Juventus. A disposizione ci sono due risultati su tre, ma il mister bianconero è determinato a non parlarne: “Noi dobbiamo giocare sempre per vincere, fare conti in base al risultato non è nella nostra mentalità. Domani sarà una partita da 50 e 50 e spero che a vincere sarà la squadra che giocherà meglio: Mancini è un bravissimo allenatore, e il Galatasaray è in ottime mani, come lo era prima con Terim“.

ATTENTI A QUEI DUE Ovviamente, i pericoli più grandi alla Turk Telecom Arena sono due: “Drogba e Sneijder sono due grandissimi giocatori che possono segnare in qualsiasi momento“. Buffon fa eco al suo allenatore: “Dobbiamo mantenere alta l’attenzione per 90 minuti, a questi livelli puoi prendere gol in qualsiasi momento“.

Desta preoccupazione l’infortunio di Pirlo, una defezione importante vista anche l’esperienza del fuoriclasse bresciano: “L’assenza di Pirlo è importante, ma abbiamo sopperito bene contro Udinese e Bologna: domani dovremo fare ancora meglio“, queste le parole di Conte, convinto della forza tecnica e mentale del suo gruppo.

L’INFERNO DI ISTANBUL Si è parlato molto del fattore campo, di quanto possa mettere in soggezione il pubblico di una squadra come il Galatasaray e un calderone come il loro stadio: sull’argomento Buffon è lapidario “L’atmosfera? Da quel punto di vista siamo tranquilli, non ho mai visto un tifoso segnare un gol“.

SHARE