SHARE

ciro-ferrara

Ciro Ferrara è stato ospite di “Football Station”, la rubrica settimanale di approfondimento sul calcio internazionale, condotta da Leo Di Bello, in onda su Fox Sports (canale 382 di Mediaset Premium e, in HD, sul canale 205 di Sky) ogni lunedi’ alle ore 20.00.

Qui di seguito un estratto delle sue dichiarazioni:

Sulla sfida della Juventus in Champions: “La squadra bianconera e’ piu’ forte dei turchi, non credo che si fara’ intimorire dall’ambiente. I giocatori hanno tutti un’esperienza internazionale. Il pubblico turco e’ caloroso e assordante, ma corretto. Sono curioso di vedere la Juve in Champions senza Andrea Pirlo. La sua e’ un’assenza importante”.

Sulla sfida tra Milan e Ajax: “Si affrontano due squadre che hanno moduli speculari in campo. In Champions e’ un altro Milan. Penso che la squadra di Allegri non avra’ problemi a qualificarsi”.

Sulla sfida tra Napoli e Arsenal: “Anche queste sono due squadre con tattica speculare. Il Napoli puo’ vincere contro l’Arsenal, ma deve essere perfetto. Purtroppo bisogna aspettare il risultato dell’altra partita (Olympique Marsiglia-Borussia Dortmund; ndr). Sarebbe davvero un peccato con 12 punti rischiare di non passare il turno. L’anello debole del Napoli e’ la difesa, specie se paragonata agli altri reparti. Difesa e centrocampo sono troppi distanti in campo, concedono troppo spazio ai trequartisti avversari”.

Sulla sfida tra Marsiglia e Dortmund: “Ci vuole un miracolo all’Olympique per fare risultato contro il Borussia. Il cambio di allenatore puo’ essere di stimolo alla squadra francese”.

Su Jose’ Mourinho: “Dopo il mio esonero alla Juventus, Mou mi ha chiamato e mi e’ stato vicino. Una cosa che ho apprezzato moltissimo, soprattutto in un momento in cui i rapporti tra Juve e Inter erano tutt’altro che idilliaci. Da allora siamo restati in contatto via cellulare”.

Su Zlatan Ibrahimovic: “L’ho incrociato da avversario una sola volta alla fine della mia carriera. Ibra ha avuto una crescita esponenziale. Gia’ nella Juventus mostrava una grandissima personalita'”.

Sull’Italia al Mondiale: “L”Italia passa come prima del girone. Quando le cose si fanno difficili la Nazionale da’ il meglio di se’. Luis Suarez mi piace tantissimo. Lui e Cavani formano una coppia davvero straordinaria nell’Uruguay (terza avversaria dell’Italia ai Mondiali; ndr)”.

Sul suo futuro da allenatore: “Mi piacerebbe fare un’esperienza all’estero. Mi auguro di poter coronare il mio sogno”

SHARE