SHARE

catania verona

L’anticipo serale della 16/a giornata di serie A termina a reti bianche. Al Massimino un Catania in piena crisi di risultati e ultimo in classifica cerca il bottino pieno per larghi tratti della partita ma il Verona di Mandorlini, rinvigorito dal ritorno alla vittoria la scorsa settimana contro l’Atalanta, si difende bene e punta tutto sulle ripartenze del talentuoso Iturbe spaventando gli etnei. Pareggio un po’ noioso e caratterizzato dalla scarsa vena dei padroni di casa e dall’ottima prova di Rafael, migliore in campo.

Tra gli ospiti non recupera Jorginho e al suo posto gioca Donati. Fuori per infortunio anche Cirignano e Gonzalez, mentre Jankovic è fuori per squalifica. De Canio lascia fuori per scelta tecnica Maxi Lopez ma recupera almeno per la panchina Bergessio, fuori dalla trasferta con la Juventus e dall’intervento di Chiellini. Ancora indisponibili Biraghi, Bellusci e Almiron.

I padroni di casa partono subito bene con Peruzzi e Castro in palla. Izco al 3′ prova i riflessi di Rafael che smanaccia in corner un tiro dai 25 metri. E’ il Catania a fare la partita e al 19′ sfiora il gol con Leto che ci prova in diagonale con una gran botta, Rafael ci va di puro riflesso e la devia, Peruzzi si butta sulla respinta ma non inquadra la porta. Il Verona è alle corde e si difende anche con Iturbe e Juanito, costretti a retrocedere per dare una mano. Al 34′ ancora Rafael salva i suoi con un intervento prodigioso sulla spizzata di testa di Alvarez. Parata che vale un gol.

Nel secondo tempo, almeno nei primi venti minuti, i ruoli si invertono. Il Verona alza il baricentro e fa la partita, il Catania forse per rifiatare si difende con ordine e punta alle ripartenze. Al 52′ Halfredson raccoglie una palla respinta da Spolli, ma calcia troppo di potenza non inquadrando la porta. Al 73′ Iturbe ignora completamente Toni, in buona posizione, e calcia in diagonale senza impensierire Frison. Nell’ultimo quarto d’ora è assedio Catania, ma Rafael si erge a uomo partita. Prima smanaccia un pericoloso tiro – cross di Spolli, poi dice no a Castro e a Izco che ci prova da fuori. Ma a due minuti dal termine è Iturbe a sbagliare l’inverosimile quando si allunga la palla da buonissima posizione e consente a Frison di allontanare.

Finisce così, ottimo pareggio per il Verona che mette in cascina un altro punto fondamentale per la salvezza. Pareggio che serve a poco al Catania, ancora fermo a 9 punti e ultimissimo in classifica.

IL TABELLINO DEL MATCH

Catania (4-3-3): Frison, Peruzzi (90′ Monzon), Spolli, Legrottaglie, Alvarez, Izco, Guarente, Plasil, Castro, Leto (75′ Bergessio), Barrientos (84′ Keko). Andujar, Ficara, Capuano,Rolin, Gyomber, Tachtsidis, Freire, Petkovic, Boateng. All. De Canio.

Verona (4-3-3): Rafael, Cacciatore, Moras (78′ Marques), Maietta, Agostini, Romulo, Donati (84′ Donati), Halfredsson, Iturbe, Toni, Gomez (70′ Donadel). A disposizione: Mihaylov, Albertazzi, Bianchetti, Sala, Longo, Cacia, Martinho. All: Mandorlini

Arbitro: Damato di Barletta

Ammoniti: Izco, Spolli (C), Toni (V)

SHARE