SHARE

montellaDopo la vittoria in Europa League e alla vigilia del sorteggio di Nyon, la Fiorentina si impone sul Bologna per 3-0. Montella non può che essere soddisfatto del risultato e non nasconde il suo entusiasmo nel dopogara: “Nel computo dei 95 minuti siamo stati più continui e maturi rispetto al passato, siamo stati meno frenetici e non abbiamo mai sofferto. È stata forse la nostra migliore gare di quest’anno sotto l’aspetto dell’atteggiamento e speriamo che possa non essere l’ultima. Oggi si è visto qualcosa di diverso, una maggiore volontà di non subire reti senza snaturare il nostro gioco.  Le nostre scelte di mercato sono tutte ponderate, alcune magari azzardate, anche per quanto riguarda i giovani. C’è poco da recuperare, dobbiamo aspettare alcuni giocatori più di altri perché questa è la nostra intenzione. Vogliamo aspettare tutti i giocatori in rosa e far crescere i giovani che abbiamo. Mi spiace solo che certi giovani non abbiano abbastanza spazio. Oggi abbiamo visto qualcosa di diverso, c’era la volontà di non prendere gol senza snaturare le nostre caratteristiche. Borja? Giocatore fantastico, umile, riesce sempre a capire il gioco prima degli altri. Diventerà un grande allenatore”.

 E per finire il tecnico viola torna sulla battuta fatta nella conferenza pre Dnipro, nella quale pronosticava una Juve finalista di Europa League: “Era solo una battuta, ma è probabile che possa andare avanti nella competizione, così come il Napoli. Ci sono tante squadre che erano attrezzate per la Champions e che godranno di qualche vantaggio in più. Per arrivare in finale comunque ci sono tante partite, vediamo il sorteggio cosa ci riserverà e poi penseremo turno per turno”.

SHARE