SHARE

birindelli

Quello che è accaduto sabato scorso durante il mini-derby tra Ospedalieri – Pisa ha fatto il giro di tutta Italia coinvolgendo anche il modo non propriamente pallonaro. I fatti ormai li conosciamo bene: l’allenatore del Pisa, l’ex giocatore della Juventus Alessandro Birindelli, aveva clamorosamente deciso di ritirare dal campo la proprio squadra a causa di una “accesa” lite scoppiata tra i genitori di due ragazzini in campo (clicca qui per leggere l’articolo completo). Un gesto forte, senza precedenti e che tra l’altro era stato elogiato da tutti. Per l’ex terzino bianconero erano infatti arrivati fiumi di complimenti, anche da parte di quel mondo snobistico che guarda sempre con diffidenza il mondo del calcio.

A distanza di pochi giorni però ecco arrivare la notizia che sa di beffa e lascia veramente l’amaro in bocca. Il Giudice Sportivo territoriale, applicando alla lettera il regolamento, ha deciso di punire il Pisa concedendo lo 0-3 a tavolino con tanto di -1 in classifica generale. Ma non è finita qui, lo stesso Birindelli ieri è stato ascoltato dalla commissione disciplinare per un supplemento d’indagine, cosa che fa presagire un provvedimento anche nei confronti dell’allenatore. Purtroppo il messaggio finale che traspare da questa triste storia è l’ennesima occasione sprecata da parte delle istituzioni calcistiche, ancora una volta ostinate nell’applicare alla lettera freddi regolamenti senza il giusto buonsenso e l’elasticità mentale che potrebbero, una volta per tutte, migliorare le condizioni dello sventurato calcio italiano.

SHARE