SHARE

Roberto Baggio

Il Bologna non vive un momento facile, con la vittoria in campionato che manca da più di un mese e la difficile situazione di classifica che si sta ripercuotendo anche dalle parti di Casteldebole. Dopo il mezzo ammutinamento di qualche giorno fa (ma i giocatori giurano che non sia così) con i senatori dello spogliatoio rossoblu, Diamanti, Perez e  Kone, che hanno inoltrato alla società il loro rifiuto a nome di tutta la squadra di andare in ritiro per tutta la settimana che precedeva il cruciale match di domenica prossima in casa contro il Genoa, è arrivato ieri un altro episodio controverso che ha visto protagonista lo stesso Kone, nell’amichevole giocata contro la compagine di Eccellenza del Progresso. Il greco, dopo uno scontro di gioco, ha battibeccato prima con il pubblico presente e poi con l’allenatore avversario, e sono dovuti ricorrere i suoi compagni per trattenerlo ed evitare scontri ravvicinati.

ULTIMA SPIAGGIA – In questa situazione di esasperato nervosismo il primo a poterne fare le spese potrebbe essere l’allenatore Stefano Pioli, indicato da più parti come non più in grado di tenere le redini della squadra. Addirittura i giocatori del Bologna avrebbero sfiduciato il loro mister per questioni prettamente tattiche, non gradendo più il modulo di gioco dello stesso Pioli. Che contro il Genoa si giocherà la panchina, anche se da ambienti cittadini si parla di allontanamento anche in caso di vittoria, ed in tal caso i favoriti a prenderne il posto sarebbero Davide Ballardini e Gianfranco Zola, quest’ultimo reduce dal freschissimo divorzio con gli inglesi del Watford.

INTERVENTO “DIVIN” – La Gazzetta dello Sport in edicola oggi rilancia però anche la suggestiva ipotesi Roberto Baggio per la guida tecnica del Bologna, con il Divin Codino che ritornerebbe sotto alle Due Torri dopo la splendida annata 1997-1998 che lo vide assoluto protagonista con 22 reti in 30 presenze e la convocazione ai Mondiali di Francia ’98. La rosea parla anche di un incontro a cena avvenuto tra lo stesso Baggio ed il presidente rossoblu Guaraldi, con il grandissimo campione di Caldogno che avrebbe espresso parere positivo ad una eventuale chiamata del club. Baggio, che a gennaio 2013 ha lasciato la carica di presidente del settore tecnico della FIGC in aperto contrasto con la Federazione che non lo avrebbe ascoltato, è abilitato a sedere sulla panchina di club professionistici dal 5 luglio 2012, quando ha conseguito a Coverciano il patentino da allenatore di Prima Categoria UEFA Pro.

 

SHARE