SHARE

calciomercato

Finalmente ci siamo, dopo poco più di 3 mesi dall’inizio del massimo campionato di calcio italiano è già tempo di ributtarsi dentro alle trattative, si preannuncia un mese di gennaio piuttosto vivo, soprattutto per alcune squadre che hanno rimandato a lungo un cambio generazionale o che hanno deluso nel mercato estivo, in tal senso il pensiero non può che volare al Milan, i rossoneri hanno infatti deluso in questa prima parte della stagione e hanno già messo in cantiere qualche arrivo per la finestra di mercato invernale.

COMUNICATO UFFICIALE Il mercato invernale è pronto a partire. Le trattative dureranno dal 3 gennaio fino alle ore 23 del 31 gennaio 2014. Il nuovo orario è stato sdoganato già nello scorso mercato estivo, quando per la prima volta le operazioni potevano concludersi entro il 2 settembre alle 23. Orario scelto in maniera tale da allineare il mercato italiano alla maggior parte dei mercati internazionali. In Inghilterra i trasferimenti si concluderanno invece il 31 gennaio alle 24 (le ore 1 italiane del 1 Febbraio). Altro particolare: i giocatori in scadenza di contratto al 30 giugno 2014 saranno poi liberi di accordarsi ufficialmente con altri club a partire dal primo febbraio. Il campionato di Serie A invece, dopo la sosta natalizia, ripartirà con gli anticipi del 5 gennaio e proseguirà con l’Epifania.

Difficile pensare ad enormi esborsi economici per quanto riguarda le società italiane, più attente al calciomercato delle occasioni che a quello dei grandi nomi, escluso il Milan che ha già chiuso con Honda e Ramì le altre squadre che faranno qualcosa di concreto nel mese di gennaio dovrebbero essere Inter e Napoli, con De Laurentiis che vorrebbe regalare a Rafa Benitez un difensore con il quale “puntellare” il reparto difensivo dei partenopei. Per il club meneghino recentemente acquistato dal magnate indonesiano Erick Thohir ci sono diversi nomi che aleggiano intorno ad esso, su tutti Lavezzi e Nainggollan, il neo presidente ha comunque fatto intendere che prima di eventuali acquisti bisognerà far cassa con gli esuberi presenti in rosa. Non sono da escludersi comunque affari dell’ultimo minuto, l’effetto Mondiale 2014 potrebbe convincere più di un giocatore a cambiare maglia alla ricerca di maggior minutaggio.

 

SHARE