SHARE

Presentazione delle squadri nazionali di ciclismo che parteciper

Si chiude l’era Paolo Bettini della nazionale di ciclismo italiana. L’olimpionico e due volte iridato si è dimesso da ct della nazionale italiana, ruolo che ha ricoperto per quattro anni ottenendo discreti risultati ma nessuna medaglia.

BILANCIO- Dopo il triste vuoto lasciato dalla morte di Franco Ballerini, la Federciclismo decise di affidarsi su di un altro uomo capace e dalla carriera vincente. Nonostante la mancanza di vittorie, l’Italia guidata da Bettini non ha sfigurato nelle gare internazionali, sfiorando due volte il podio con Pozzato e Nibali.

NUOVA AVVENTURA- Il campione olimpionico ha deciso di seguire la nuova avventura nel ciclismo di Fernardo Alonso, pilota della Ferrari e ora proprietario di una squadra di ciclismo professionista, l’Etihad, dal nome della compagnia aerea di Abu Dhabi che la sponsorizzerà. Bettini probabilmente ricoprirà l’incarico di team manager, dovrà quindi scegliere e coordinare i ciclisti della nuova formazione, avendo a disposizione un ingente budget garantito dagli sceicchi. La scelta dell’ex ciclista italiano è stata espressamente fatta dal pilota spagnolo, che sarà anche patron della squadra  che verrà allestita il prossimo anno ma inizierà a gareggiare ufficialmente soltanto nel 2015.

L’EREDE- Se sappiamo quale sarà il futuro dell’ex ct, dovremo scoprire quello del nuovo. Al presidente della federazione Renato Di Rocco il compito quindi di sostituire degnamente l’ex corridore toscano. Secondo le ultime indiscrezioni è in pole Davide Cassani, ex ciclista e ora commentatore tv, ma si fanno anche i nomi di Moreno Argentin, Maximilian Sciandri e Maurizio Fondriest.

SHARE