SHARE

braida

Era nell’aria già da un po’, ora è ufficiale: dopo 28 anni di servizio, Ariedo Braida lascia il Milan.

E’ stato proprio il club rossonero, con una nota commossa, a salutare il suo d.g.. Eccola:

“Dopo ventotto anni di vittorie, Ariedo Braida, il direttore generale rossonero lascia quest’oggi la società che anche Lui, con il suo lavoro, ha reso la più titolata del mondo… I colori dentro l’anima. Le strade di Ariedo Braida e il Milan si separano oggi, dopo tanti trionfi e tanti i calciatori acquistati in questi anni grazie alle sue intuizioni e alle sue osservazioni. Fu lui il primo a visionare dal vivo Marco Van Basten e Andriy Shevchenko, che di lì a poco, anche grazie ai suoi consigli, vestirono la maglia rossonera. Braida fu importante anche in altre trattative delicate come quelle riguardanti l’acquisizione di Kakà e Thiago Silva, con un ruolo sempre di primo piano. Molto più di un direttore generale, bensì una presenza forte e sicura per la squadra, sulla quale fare riferimento in qualsiasi momento. Ancora grazie Ariedo per questi 28 anni di successi”.

 

SHARE