SHARE

1533392_10202679394654967_189485875_n

Nel big match della 20/a giornata Manchester United  e Tottenham si affrontano in una sorta di spareggio per rilanciarsi all’inseguimento delle prime della classe. I padroni di casa recuperano Rooney, schierato in linea con Januzaj e Valencia alle spalle di Welbeck; gli Spurs di Sherwood confermano, invece, il 4-4-2, con Adebayor affiancato a Soldado.

Monologo Utd, ma passano gli Spurs- Gli uomini di Moyes partono con il piglio giusto, schiacciando gli ospiti nella loro metà campo e dominando sugli esterni. I Red Devils si rendono pericolosi con Welbeck e Smalling, ma non trovano la via del gol scontrandosi contro la rocciosa difesa del Tottenham. Gli esterni di Sherwood fanno fatica a carburare poichè pressati molto bene dai loro pari in rosso, ma appena trovano un varco riescono a creare grattacapi. Eriksen, in una delle sue scorribande, porta a spasso tre quarti di difesa e mette in mezzo un pallone al bacio per la testa di Adebayor: il togolese sfugge alla guardia di Smalling e realizza il suo terzo gol in Premier. Rooney e compagni sembrano scossi, e perdono lo sprint di inizio partita: il possesso palla diventa sterile e le due squadre vanno al riposo con il risultato di 0-1.

Welbeck suona la carica, ma non basta- Si ricomincia sulla falsa riga del primo tempo: United che fa gioco e Tottenham che si rende pericoloso in contropiede. La difesa degli Spurs non traballa mai, ed ancora una volta è Eriksen a far disperare gli avversari: Lennon va via sulla destra ed il suo traversone viene concretizzato dal giovane danese. Servono due gol per far risvegliare il Manchester, che finalmente riprende le redini del match e accorcia le distanze con Danny Welbeck, abile a beffare con un pallonetto Hugo Lloris. Entrano Hernandez e Kagawa per l’assalto finale e gli spurs si rinchiudono nella loro area di rigore. Tantissimi i palloni messi in mezzo, ma i centrali ospiti non perdono nemmeno un contrasto aereo. Non basta la grinta per i ragazzi di Moyes, che subiscono l’ennesimo K.O. interno dimostrando evidenti problemi dal punto di vista della trama del gioco.

Manchester United-Tottenham 1-2 (Adebayor 34′, Eriksen 66′, Welbeck 68′)

SHARE