SHARE

de sanctis

Morgan De Sanctis, portiere della Roma, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de “La Gazzetta dello Sport”, in cui ha parlato del prossimo big match tra Juventus e Roma.

ROMA“Di certo Roma è una piazza che riversa sui suoi giocatori tantissime attenzione. I risultati che stiamo ottenendo quest’anno ci stanno aiutando molto sotto questo profilo: c’è tanta pressione, ma è positiva. Abbiamo fatto un inizio di stagione importante. Non sempre tutti sono stati bene, qualcuno si è dovuto sacrificare un po’ per dare una mano. Perciò è stato un inizio di stagione faticoso, lo stop ha aiutato in vista della partita con la Juventus. Arriva in un momento cruciale della stagione e sappiamo che la sfida sarà uno spartiacque. I 5 punti di vantaggio della Juve probabilmente stanno nel fatto che loro sono insieme da più anni di noi. Sono la squadra da battere. Detto questo, la Juve in Italia riesce ad essere quasi imbattibile perché il sistema italiano è indirizzato in modo tale che la Juve sia sempre più forte: voglio dire che gli avversari arrivano timorosi più del solito contro di loro. In Europa non è così e si vede. Noi andiamo a Torino con l’intenzione di metterli in difficoltà. Vediamo che succede. Sarà importante reggere l’impatto dal punto di vista fisico. Non sarà facile per noi, non sarà facile nemmeno per loro. Decisiva? Cinque punti di distacco sono tanti e non devono a tutti i costi aumentare. Dobbiamo preoccuparci solo a fare una grande prestazione. Poi mancheranno 20 partite e il cammino resterà lungo comunque andrà. L’arma in più della Roma rispetto a un anno fa? Non c’ero, ne abbiamo parlato: credo che l’arma segreta sia la fiducia aggiunta a un gruppo di giocatori forte e il giusto mix di accorgimenti tattici”.

JUVENTUS“Tranquillizzo il mio carissimo amico Gigi, che sperava in grandi mangiate per Natale: siamo tornati al lavoro senza aver esagerato. Siamo carichi, belli, snelli. Pronti per la Juventus”

SHARE