SHARE

koke

Nel primo turno del 2014, il 18/o della Liga il Malaga di Bernd Schuster ospita l’Atletico Madrid del Cholo Simeone, primo a parimerito con il Barcellona, impegnato nel match di domani contro l’Elche. I Colchoneros arrivano a La Rosaleda di Malaga forti di quattro vittorie consecutive; i Boquerones andalusi viaggiano invece a centro classifica, a +5 sulla zona retrocessione.

PRIMO TEMPO- Schuster schiera una formazione molto coperta, con un 3-4-2-1 che in fase di non possesso diventa un 5-4-1; obiettivo è contenere le folate offensive dei biancorossi. Simeone, che deve fare a meno in mediana del capitano Gabi e di Raul Garcia, porta l’interessantissimo Koke a centrocampo a fianco di Tiago, vecchia conoscenza della Juventus; sulle fasce partono Arda Turan e Oliver Torres, davanti la coppia goal David Villa- Diego Costa. Nella prima frazione il Malaga, comprensibilmente, parte con il baricentro molto basso; lascia quasi sempre il pallone all’Atletico e si difende in maniera molto ordinata sulla trequarti. La squadra di Simenone, però, non riesce mai a sfondare; solo qualche sporadica folata sulla destra di Juanfran e di Turan creano qualche grattacapo al portiere degli andalusi, Willy Caballero. La partita si fa nervosa e l’arbitro Josè Teixeira ammonisce ben quattro giocatori: Darder e Angeleri per i locali, Miranda e Tiago per gli ospiti. Nell’ultima parte del primo tempo il Malaga si alza un poco e sfiora il gol prima con Eliseu, diagonale parato da Courtois, e poi con Samuel, destro a giro di poco fuori. L’Atletico ci prova con Turan al 35′, ma Caballero para a terra senza troppi problemi. Prima frazione che si conclude senza grandi sussulti; ci si aspettava qualcosa in più dalla squadra di Simenone. Bene invece il Malaga, sempre ordinato.

SECONDO TEMPO- La seconda frazione di gioco si apre sulla falsa riga su cui si era conclusa la prima: il Malaga è ben messo in campo e riesce anche a proiettarsi in avanti; l’Atletico non riesce invece a pungere e, col passare del tempo, sembra poter andare anche in difficoltà. Gli uomini di Schuster iniziano a credere di poter fare il colpaccio e si scoprono: al 59′ Arda Turan viene rimontato all’ultimo secondo da Wellington. L’avvisaglia non viene però colta dai locali e al 70′, dopo l’ennesima azione offensiva, un rinvio della difesa dei biancorossi trova Diego Costa sulla trequarti. Il brasiliano naturalizzato spagnolo offre un assist al bacio ad Adrian, entrato a inizio secondo tempo al posto di Oliver Torres; Caballero compie il miracolo ma, sulla ribattuta, Koke, sino a quel momento in ombra, si inserisce bene e porta i suoi in vantaggio. Il Malaga reagisce rabbiosamente, si ributta in avanti ma, salvo per un’occasione sugli sviluppi di un calcio d’angolo per Sanchez, non crea mai problemi a Courtois.

L’Atletico di Madrid porta così a casa 3 punti importantissimi che, provvisoriamente, lo proiettano al primo posto solitario della classifica. La prossima settimana partita dell’anno contro il Barça al Vicente Calderon. Unica nota negativa per gli uomini di Simenone l’ammonizione subita da Juanfran che, diffidato, dovrà saltare la sfida.

SHARE