SHARE

331075_heroaLa squadra di Massimiliano Allegri è al lavoro da Capodanno per preparare al meglio la prima gara di questo 2014 in casa contro l’Atalanta. L’obiettivo è quello di portare a casa i tre punti, e non potrebbe essere altrimenti, per cominciare l’anno nuovo in modo totalmente opposto a come si è concluso un 2013 avaro di soddisfazioni per la squadra rossonera. Per fare ciò il tecnico dovrebbe affidarsi al nuovo acquisto Rami al centro della difesa insieme a capitan Bonera, apparso tra i più brillanti nelle ultime seppur deludenti uscite del Milan nel 2013. Cancellata l’amichevole con la Solbiasommese di ieri, Allegri, dopo una prima fase di allenamento in cui ha fatto vedere alla squadra i filmati riguardanti il prossimo avversario del Milan, ha fatto disputare ai giocatori un’amichevole in famiglia alla quale però non ha preso parte oltre agli infortunati Abate, Muntari, Constant e Birsa, anche Saponara (la partitella si è conclusa 3-0 con reti di Robinho, Nocerino e Balotelli). Sebbene assente ieri, il trequartista ex Empoli dovrebbe essere titolare lunedì, dopo la buona prova offerta contro l’Inter nel derby, al fianco di Kakà alle spalle di Mario Balotelli. Intanto oggi alle 18:25 dovrebbe sbarcare alla Malpensa il giapponese Honda  e fra le curiosità che lo accompagnano, molte riguardano ovviamente le condizioni fisiche in cui si presenterà. L’ultima partita giocata dal giapponese col Cska risale al 10 dicembre, in Champions (il campionato russo invece si era fermato il fine settimana precedente). Honda però ha continuato a lavorare, e a studiare italiano, in modo da presentarsi alla Serie A in condizioni apprezzabili. Per fare ciò, si è trasferito a Miyakojima, un’isola giapponese dal clima mite che si trova 400 chilometri a est di Taiwan. Sessioni di lavoro svolte nella massima riservatezza, tranne un giorno (il 29 dicembre), quando Keisuke ha invitato tifosi e curiosi al campo. Be’, giusto per capire che cosa ruota attorno al fenomeno-Honda in Giappone, si sono presentati in circa duemila. Lui si è dedicato soprattutto ai trecento bambini, con cui ha condiviso una parte di allenamento. Intanto la presentazione ufficiale avverrà l’8 gennaio alla Sala Executive di San Siro con probabile esordio da titolare il 12 contro il Sassuolo.

SHARE