SHARE

bronzettiIl famoso consulente di mercato Ernesto Bronzetti, “padre” di innumerevoli trattative in Italia e all’estero, alla trasmissione Mediaset “Calcio Mercato”, ha parlato a 360 gradi del mondo del calciomercato e di colpi passati e futuri: “Ho trattato diversi trasferimenti di giocatori che hanno vinto il Pallone d’Oro. Quello per cui provo maggior soddisfazione è Kakà al Milan perché mi ha fatto ricredere visto che non ho mai creduto ai cavalli di ritorno, ma lui è un calciatore eccezionale che quando bacia una maglia lo fa col cuore. Non credo che al Real abbiano rimpianti, perché è arrivato Bale al suo posto. A Madrid non è comunque facile giocare per nessuno perché il pubblico è molto esigente. Ancelotti non credo che abbia preoccupazioni, perché è un allenatore che si fa scivolare tutto addosso”.

HONDA – “C’era anche il Manchester City sul giocatore e anche il Barcellona, che però non ha approfondito molto perché era solo un discorso commerciale. Il ragazzo voleva solo il Milan e ha puntato i piedi più volte perché voleva solo i rossoneri in Italia: gli proponemmo altre opportunità, ma lui le rifiutò tutte. Lo scorso anno il fratello ne aveva parlato anche con la Juventus, ma Keisuke voleva il Milan e la maglia numero 10 di quel club. Lo chiedemmo anche a Galliani se era possibile avere quel preciso numero in tempi non sospetti e l’ad gli promise che il 10 era suo”.

BALOTELLI – “Vendere adesso Balotelli non ha senso, ma resterà anche in Italia. Ha un valore importantissimo, superiore ai 30 milioni di euro. È un grande giocatore, un fenomeno per l’età che ha. Solo un tecnico come Mourinho potrebbe riuscire a strapparlo al Milan convincendo la sua società a investire pesantemente per lui. Il portoghese stima davvero il calciatore”.

POGBA – “Il prossimo acquisto del PSG sarà quasi sicuramente Paul Pogba della Juventus. Se arriva un’offerta da 50-60 milioni i bianconeri non possono dire no, anche perché Marotta e Paratici sono abilissimi a trovare i degni sostituti. Penso che nei prossimi mesi possa arrivare un rinnovo propedeutico poi alla cessione in estate. Nell’affare però non credo che possa entrare Verratti. Il PSG potrebbe lasciar partire Matuidi, che è anch’egli gestito da Raiola”.

CONTE – “Ho una stima immensa per lui e lo considero uno dei 3-4 migliori allenatori al Mondo: riesce a tirar fuori il massimo da ogni giocatore. Con lui in panchina parti con 6-7 punti in più, anche se alla lunga il suo modo di lavorare può ‘logorare’ il gruppo. Se però un club vuole vincere deve puntare su un tecnico come Conte. Il quesito però è solo uno: ‘Dove va Conte?’. Ci sono solo cinque o sei club in Europa con le potenzialità di prenderlo: Real Madrid, Manchester City, Manchester United, Chelsea; PSG e Monaco sono tutte squadre che non pensano al tecnico bianconero. L’unico potrebbe essere l’Arsenal dove però si troverebbe a lavorare con molti giovani”.

 

SHARE