SHARE

atletico barca

Ormai ci siamo, è finalmente giunto il momento della partita più attesa, che potrà dare una sterzata decisiva al campionato spagnolo; stiamo parlando dello scontro diretto di sabato sera alle ore 20:00 al ‘Vicente Calderon’, che vedrà opposte le due capoliste del torneo, ovvero Atletico Madrid e Barcellona. Il match ci dirà fino a che punto potrà arrivare l’Atletico di Simeone, che ha una chance irripetibile per tornare sul tetto di Spagna, a diciassette anni dall’ultimo successo nazionale, e per spezzare il duopolio Barcellona-Real Madrid che va avanti ormai dal 2004.

NUMERI ECCEZIONALI – Atletico e Barça sono appaiate in testa alla graduatoria, praticamente dall’inizio del torneo ed entrambe hanno perso una sola volta su 18 giornate, facendo bottino pieno per ben 16 volte e collezionando quindi un solo pareggio. In virtù di questi risultati i punti in classifica sono ben 49 per i due club, che possono vantare anche, la miglior difesa del campionato, quella dei ‘Colchoneros’ (11 gol subiti) e il miglior attacco, quello dei blaugrana (53 gol fatti).

MARTINO VS SIMEONE – Importanti per l’esito del big match saranno i due allenatori, Diego Simeone e Gerardo el ‘Tata’ Martino, che si sono incrociati da tecnici solamente nella supercoppa del mese di agosto, quando a trionfare fu il Barcellona. Il destino però è davvero strano e si diverte a mescolare le carte, infatti, le sorti dei due allenatori si incrociarono per la prima volta su un campo da calcio nella lontana stagione 1987/88, nella madrepatria Argentina, quando in un acceso incontro fra Velez e Newell’s scesero contemporaneamente sul terreno di gioco, finendo peraltro entrambi la partita in anticipo per espulsione. A spuntarla fu il Newell’s del ‘Tata’ Martino, ma oggi a 25 anni da quella finale Simeone ha a disposizione la più dolce delle rivincite.

SUPER SFIDA – A mettere ancora più interesse sulla partita ci sono anche e soprattutto i calciatori che scenderanno in campo. Vedremo opposti attacchi stellari, guidati dal ritrovato Lionel Messi e dalla sorpresa Diego Costa, vice-capocannoniere alle spalle di Ronaldo. La pulce si presenta con la doppietta messa a segno in copa del rey in poco più di venti minuti, mentre il centravanti spagnolo di origini brasiliane ha da mettere sul piatto ben 19 reti in campionato. Sarà però anche lo scontro fra il super centrocampo azulgrana e quello sorprendente dell’Atletico, che può vantare elementi come Koke e Gabi; fra i portieri Valdes e Courtois oltre all’intrigante duello fra l’ex più atteso David Villa e l’uomo del momento in casa Barça, quell’Alexis Sanchez che tanto era mancato nella scorsa stagione.

Insomma ci sono tutti gli ingredienti per una serata di calcio spettacolo, che per l’occasione avrà collegati in mondo visione oltre 200 Paesi, compresa chiaramente la Spagna, da dove anche il Real di Carlo Ancelotti sarà spettatore interessato, dato che è pronta ad accorciare il gap di soli 5 punti che lo separano dal dinamico duo di testa.