SHARE

Pur privo di Rooney e Van Persie il Manchester United riesce a tirare una boccata d’ossigeno e affacciarsi fuori dalla crisi nera che sta attraversando. Gli uomini di Moyes battono 2-0 lo Swansea, vendicando l’eliminazione dall’FA cup dei giorni scorsi quando i gallesi marciarono su Old Trafford.

FLASH JANUZAJ- Il primo tempo non regala molto spettacolo ma vive soprattutto di lampi. Il primo, luminossissimo, arriva al 10’ con Adnan Januzaj che su punizione dal limite colpisce in pieno la traversa. Lo United, seppur con difficoltà spinge e prova a rendersi pericoloso prima con un tiro debole di Evra, poi al 36’ con un’azione stupenda conclusa da un tiro a incrociare di Welbeck che sfiora il palo alla sinistra di Tremmel.

CAMBIO DI MARCIA- Nella ripresa invece il Manchester United parte in quarta, trovando subito il vantaggio. Passa solo un minuto dal fischio iniziale, infatti, che Januzaj pennella in mezzo per Kagawa, il tentativo i testa dell’ex Dortmund è respinto miracolosamente da Tremmel. Sulla respinta però Valencia è lesto a insaccare di destro il gol del vantaggio. Ma gli uomini di Moyes non si accontentano e al 59’ trovano anche il raddoppio con Danny Welbeck che di opportunismo devia in rete un tiro sporco di Evra, battendo Tremmel e facendo 2-0. Sei minuti dopo arriva anche l’occasione per il tris ma Smalling da due passi servito da Kagawa spedisce in curva la palla del 3-0. Ancora più ghiotta l’occasione che capitata a Kagawa che lanciato a rete al 76’ tutto solo a porta vuota riesce a colpire Britton sulla linea.

 

SHARE