SHARE

carlos bianchi

Come si può dimenticare Carlos Bianchi, l’allenatore della Roma che voleva cedere Totti alla Sampdoria? Adesso allena il Boca Juniors, squadra da cui proviene il craque del mercato giallorosso Leandro Paredes, e racconta le qualità del suo ex giocatore in esclusiva alla Gazzetta dello Sport.

PAREDESLeandro è un giocatore giovane – sentenzia Bianchi – e fargli fare esperienza per 6 mesi in una piccola come la Samp potrebbe fargli bene. Vicino a Totti può solo imparare, Francesco è un giocatore fenomenale, per gli altri è più facile giocare quando sono vicino a lui“. Ormai quel 1997, anno in cui il mister del Boca chiese la cessione di Totti, sembra alle spalle.

Abbiamo investito in un momento di crisi globale – ha poi continuato parlando del suo Boca – e la rosa è più che completa. Escludo l’arrivo di innesti, non so niente di Burdisso“.

GIUSTIFICAZIONI? Stuzzicato sulla vecchia storia riguardante il capitano della Roma, Bianchi quasi si giustifica: “Francesco è eccezionale, ha vinto una Coppa del Mondo, la sua carriera parla per lui. Ma quando l’ho avuto io era giovane e accanto aveva giocatori già affermati e con molta più esperienza come Balbo e Fonseca“.

SHARE