SHARE

Wayne-Rooney-in-a-Chelsea-Shirt-1897575

Tempo fa, prima di un match come quello che avrà luogo a Stamford Bridge questa domenica, Josè Mourinho avrebbe invitato Sir Alex Ferguson nel suo ufficio per offrirgli un bicchiere di buon Porto. Magari lo farà ugualmente, ma stavolta sulla panchina dei Red Devils siederà David Moyes. Nuovi interpreti, nuove ambizioni e nuove situazioni di classifica: Chelsea-Manchester United rimane in ogni caso un big match, nonostante la classifica a dir poco “particolare” degli ospiti. All’andata finì con un pareggio a reti bianche, ma tutto ci fa pensare che questa volta i tifosi avranno modo di esultare più di una volta. La classifica parla da sola, ma esiste davvero tutta questa differenza di qualità tra la rosa del Chelsea e quella del Manchester United? I ragazzi di givemesport.com si sono dilettati in un gioco che ultimamente sembra andare molto di moda: mischiare le due rose e decidere chi scenderebbe in campo nel possibile undici titolare. Chi avranno scelto i nostri colleghi britannici?

Il modulo prescelto è quello con cui entrambe le squadre sono solite scendere in campo: il 4-2-3-1. La porta del  ManChelsea United è difesa da Petr Cech: De Gea è certamente un ottimo prospetto, ma al momento il portierone col caschetto è una certezza a cui è difficile rinunciare. Sulle fascie la spuntano due Red Devils: a destra Rafael è preferito ad Ivanovic per la maggiore tecnica e le spiccate qualità di spinta, mentre Evrà ha di certo avuto un rendimento maggiore rispetto al fin ora inconsistente Ashley Cole. I difensori centrali sono le due torri Vidic e Terry: il capitano dei Blues è un baluardo insormontabile ed il centrale serbo è tra i migliori in Premier nonostante i continui infortuni. Anche in mediana troviamo un equo assortimento, con l’esperienza ed i piedi buoni di Carrick affiancati alla grinta e la corsa del brasiliano Ramires. Più ci si avvicina all’attacco e più aumenta il livello della nostra squadra: sulla trequarti troviamo Wayne Rooney, l’ideale per tenere i reparti uniti tra loro e far tremare le difese con bolidi dalla distanza e tagli mortiferi; sulle ali Oscar ed Hazard sono dotati di una classe sopraffina, capaci di saltare l’uomo in ogni modo e puntare verso la porta in qualsiasi momento. Vertice dell’attacco è Robin Van Persie: il lungo infortunio non sembra aver scalfito la sua voglia di fare gol e sembra di gran lunga un bomber più efficace rispetto a Fernando Torres (nonostante le  ottime prestazioni nelle ultime uscite) e all’attempato Eto’o. In panchina? Chiamatelo Special One, Happy One, o come vi pare: a dirigere l’orchestra è Josè Mourinho. Perchè meglio di Moyes? Beh, al momento sembrano esserlo un pò tutti.

Ecco per esteso la squadra di givemesport.com. E la vostra?

ManChelsea Utd (4-2-3-1): Cech, Rafael, Vidic, Terry, Evrà, Ramires, Carrick, Oscar, Rooney, Hazard, Van Persie. Allenatore: Josè Mourinho

SHARE