SHARE

bastos

Dopo l’arrivo con il botto allo stadio Olimpico in occasione di Roma Juventus di Coppa Italia, arrivano anche le prime parole da calciatore romanista per Michel Bastos.

Ad introdurre il brasiliano ci pensa il global CEO giallorosso Italo Zanzi: “Presentiamo un giocatore di esperienza e duttilità che sarà d’aiuto alla squadra. Benvenuto a Roma.”

Ecco i passaggi più interessanti della conferenza stampa:

La vittoria contro la Juventus non fa altro che aumentare la mia voglia di giocare e di aiutare la squadra. Qui si vive di calcio e per un brasiliano questo è il massimo. Una delle mie qualità è essere polivalente, nelle ultime stagioni ho giocato in attacco ma sono d’aiuto alla squadra. Non so dove giocherò, deciderà il mister. Sto lavorando per tornare il più presto possibile al 100%. E’ vero, sono fermo da 3 settimane, ma in passato non ho mai avuto grandi problemi a tornare in forma quando ho avuto problemi, mi do 10 giorni. Avevo voglia di tornare a un campionato di questo livello, mi sento in condizione di dare ancora molto. Sono rimasto in contatto con Garcia da quando ho lasciato il Lille, è una persona che mi ha dato molto, anche se abbiamo lavorato insieme solo un anno. Logico che la sua presenza ha influenzato la mia scelta, ma anche la possibilità di giocare in un grande club. Il Napoli? Ho fatto la mia scelta e sono arrivato in un grande gruppo. Arrivo in prestito, ma sto agendo come se non dovessi andare via nei prossimi mesi. Nella mia testa mi sto organizzando per restare qui anche nei prossimi anni, spero che questo si realizzi.

Alcune domande sono rivolte anche al CEO Zanzi: “I cinesi? È un tema per il nostro proprietario, ci lavoriamo tutti i giorni. A molti interessa essere parte della Roma, qui lavoriamo per vincere. Il mercato finisce il 31 gennaio, abbiamo fiducia nel nostro ds e continuiamo a lavorare per migliorare la squadra. La vittoria sulla Juventus è una vittoria grande, soprattutto per i tifosi, è fantastico arrivare a un risultato come questo. Ma non è una sorpresa, eravamo fiduciosi. Lazio o Napoli? ci interessa vincere, non importa chi sarà il nostro avversario.

 

SHARE