SHARE

1601531_804997696182545_665814350_n

 

Il Real per salire momentaneamente in vetta, il Granada per provare l’impossibile. Al Santiago Benabeu si gioca questo interessante match, contornato da Cristiano Ronaldo che presenta il suo pallone d’oro ai tifosi. Il Real gioca con la stessa formazione delle ultime due partite di Liga, dando un chiaro segnale alle altre.  Finalmente si è ritrovato un certo equilibrio all’interno dello spogliatoio. Il Granada invece presenta numerose novità in formazione, complici anche diversi infortuni sia a centrocampo che in attacco.

Dopo i primissimi minuti di studio, il Real fa subito capire che tipo di partita sarà e il Granada cerca di non farsi prendere troppo dalla paura. All’8 ammonito Murillo, autore di un fallaccio su Bale che stava partendo solo in contropiede. Sugli sviluppi della punizione, Iturra colpisce la propria traversa sfiorando l’autogol. Nell’azione seguente Ramos sfiora di testa il vantaggio. Il Real continua ad attaccare come suo solito, ma il Granada riesce a scamparla. Al 27’ ci sarebbe il gol di Benzema, ma il guardalinee annulla per fuorigioco. La difesa del Granada continua a salire, facendo finire più volte il centravanti francese in fuorigioco. All’ultimo secondo del primo tempo rovesciata di Ronaldo, ma Fernandez riesca a deviare sulla traversa e a bloccare sul rimpallo di Bale. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Si riparte con Jese che sostituisce Bale nel Real. Al 47’ subito azione per il Real pericolosissima, ma viene fermata come al solito dal fuorigioco di Benzema. Al 52’ incursione in aria per Modric, ma la palla finisce in corner. Al 56’ Ronaldo riceve il pallone in area e nello stretto riesce a trovare lo spazio per la conclusione di sinistro:1-0 e 22° gol stagionale per il neo pallone d’oro. Il Real vuole arrotondare, ed ha altre nitide occasioni con Cristiano Ronaldo, particolarmente ispirato. Al 71’ primo cambio per il Granada, con Pereira che sostituisce Recio. Al 74’ il Real raddoppia grazie a Benzema, servito ottimamente da Marcelo. Al 77’ secondo cambio per il Real, con Isco che rileva Benzema. Doppio cambio nel Granada all’81, con Buonanotte e Coeff che danno il cambio a Piti e Murillo. All’83 Illaramendi nel Real sostituisce Di Maria, e Ancelotti prova a giocare col doppio regista. Il Real chiude all’attacco e continuando a dare spettacolo. All’86 grande occasione di Jese, che Fernandez respinge. All’88 il Granada ci prova, ed El Arabi sfiora il gol da fuori. Dopo 3’ minuti, finisce il match.

Il Real Madrid passa per 2-0 sul Granada e vola in vetta alla classifica con 53 punti, in attesa di conoscere i risultati dell’Atletico Madrid e del Barcellona. Ancelotti può dormire sogni tranquilli: la squadra ha ingranato e ora c’è la parte clou della stagione.

Real Madrid-Granada 2-0: 56′ Ronaldo, 74′ Benzema.

Real Madrid (4-2-3-1): Diego Lopez, Carvajal, Pepe, Ramos, Marcelo, Modric, Xabi Alonso, C.Ronaldo, Di Maria (83′ Illaramendi), Bale (46′ Jese), Benzema (77′ Isco).

Granada (4-3-3): Fernandez, Nyom, Murillo (81′ Coeff), Mainz, Angulo, Recio (71′ Pereira), Iturra, Fatau, Piti (81′ Buonanotte), El Arabi, Brahimi

SHARE