SHARE

ambulanza

Questa le batte tutte: a Marina di Grosseto, località della Toscana, l’allenatore del Casotto Pescatori, piccola formazione militante nel campionato Giovanissimi Provinciali, è stato espulso per aver lasciato l’area tecnica ed essere entrato in campo. Fin qui niente di strano direte voi, con l’arbitro della partita che ha applicato alla lettera il regolamento. Ma…

EROE – Claudio Buso, il tecnico del Casotto Pescatori, in campo c’era andato per soccorrere un suo giovane calciatore di 15 anni, svenuto in seguito ad un violento scontro di testa con un avversario. Buso ha praticato immediatamente il massaggio cardiaco al giovanissimo calciatore, adoperandosi anche nel chiamare il 118 per farsi inviare quanto prima un’ambulanza.

TROPPO ALLA LETTERA – Il ragazzo, prontamente ricoverato, sta bene e non ha riportato conseguenze gravi, restando in osservazione per le successive 72 ore. Ma il lungimirante mister Buso è stato espulso dall’arbitro subito dopo aver praticato il massaggio cardiaco perché “entrato in campo senza essere stato autorizzato dal direttore di gara”, come riporta anche il referto arbitrale, beccandosi una squalifica di ben 45 giorni, che si spera verrà presto tolta. Quando il calcio regala queste assurdità…

SHARE