SHARE

Essien e Mou

E’ arrivata ormai l’ufficialità dell’acquisto di Michael Essien da parte del Milan di Seedorf e a tal proposito è intervenuto Josè Mourinho, allenatore del Chelsea, che portò proprio il centrocampista del Ghana a Stamford Bridge nell’estate del 2005, grazie ad un esborso di 38 milioni di euro da parte del presidente dei ‘blues’ Roman Abramovich. Il tecnico di Setubal ha sempre stimato moltissimo Essien, vincendo diversi titoli insieme nella prima avventura londinese e addirittura decidendo la scorsa stagione di portarselo con se a Madrid, dove il mediano ghanese ritrovò quello che lui stesso definì, alla presentazione ufficiale con il club spagnolo, ‘Daddy’: “Daddy mi ha chiamato ed eccomi qua. È così che lo considero. Mi ha portato al Chelsea, ci capiamo al volo, quello è il termine più appropriato”. Ora, però, Essien è un nuovo calciatore del Milan, dopo una prima parte di stagione non proprio esaltante con il Chelsea e Mourinho non ha perso occasione per elogiare il suo pupillo.

“NON VOLEVO CHE PARTISSE” –Volevo tenere Essien, può ancora dare molto ad alti livelli. Ho voluto mostrare il mio rispetto a Essien non bloccandone il passaggio al Milan. Io avrei voluto tenerlo e sarei stato felice se fosse rimasto, è un giocatore fantastico per la squadra che ha dato tutto per il club. E’ arrivata una chance fantastica per il suo futuro. Può continuare a giocare a livelli alti, gli auguro successi e felicità in Italia e al Mondiale in Brasile”.

SHARE