SHARE

benitez

Le dichiarazioni di Rafa Benitez alla vigilia del match di Coppa Italia contro la Lazio:

 Siamo in una fase di crescita. Abbiamo tutti giocatori di 26-27 anni che hanno ancora tanti anni di crescita. La società è in crescita e noi puntiamo ad un calcio attrattivo per i tifosi e questa è la strada giusta Bigon sta facendo tutto e quelli di cui si parla non sono nei giornali… qualcuno soltanto c’è, ma dopo averne fatti tantissimi qualcuno doveva essere anche sui giornali. Ho parlato ieri col presidente e sono convinto che qualche colpo lo faremo sicuramente. Prima di Verona tutti parlavano di Iturbe e noi lo abbiamo costretto a fare il difensore. Non lo scopriamo ora. Quello che dobbiamo fare è spingere, costringerli a difendere, poi vedremo se saranno più bravi loro a difendere o noi ad attaccare. Quando si chiudono, invece, serve maggiore precisione e velocità nei passaggi ma abbiamo lavato anche su questo. Più che il modulo conta l’intelligenza del giocatore. Ho detto a Jorginho la situazione, giocando con due lui può fare il regista basso oppure quello più alto perché ha il tempo per inserirsi. Lui è intelligente, può fare entrambe le cose. Quello che conta è la qualità. Lui gioca facile, veloce, e può essere fondamentale per i giocatori davanti. Anche quando la squadra avversaria è chiusra è fondamentale girare il pallone con velocità. Jorginho ha personalità, è intelligente e conosce le sue qualità. Non ha paura di sbagliare e lavora bene in ogni allenamento. Vediamo se può giocare dall’inizio o meno, dobbiamo dargli ancora un pò di tempo. Sappiamo che con Reja la Lazio ha fatto benissimo, sono ancora imbattuti, ma noi abbiamo fiducia in noi stessi. Se mostriamo l’intensità vista in campionato possiamo andare avanti. Ho visto i giocatori lavorare benissimo. Ieri si sono allenati in modo spettacolare, tutti concentrati ed attenti e siamo preparati. C’è attenzione sulle cose che vogliamo fare domani. Mentalmente dobbiamo continuare così e vedere cosa succede in campo. Dispiace aver perso due punti nell’ultima gara, ma rigiocando sicuro che vinciamo. Loro nella ripresa non hanno avuto nessuna ripartenza, noi oltre 70% di possesso e tre pali…”.

 

SHARE