SHARE

1553086_10152310750467573_2083122686_o

Un derby, il numero 220,che può essere la svolta della stagione. Finalmente, dopo numerosi anni, entrambe le squadre sono in attesa di spiccare. Entrambe si stanno giocando la Champions League, entrambe si stanno giocando l’FA Cup, entrambe stanno formando diversi talenti per la nazionale inglese del futuro. Nel tempio di Anfield Road si gioca Liverpool-Everton.

Nei reds formazione tipo, con Flanagan e Skrtel che sostituiscono Glen Johnson e Sakho. Nell’Everton recupera Barkley, che parte dal primo minuto.

Dopo 1’ minuto il primo acuto: tiro di Barkley da fuori, palla di poco alta sopra la traversa. Al 2’ risponde il Liverpool con il tiro da fuori di Henderson, ma Howard respinge. Al 7’ si fa vedere Suarez con un tiro improvviso, ma Howard devia in corner. Al 10’ ancora Sturridge, ma anche stavolta Howard blocca. Al 14’ il tiro da fuori di Suarez, ma ancora Howard si oppone. Al 17’ invenzione di Sturridge per Sterling, ma il portiere americano respinge e fa carambolare la palla sull’attaccante inglese. Al 20’ angolo per il Liverpool: batte Suarez e in area sbuca Gerrard, che di testa fa esplodere Anfield Road. E’ l’ottavo gol nel derby della Merseyside per lui. Al 25’ si fa male Lukaku, e a sostituirlo c’è Naismith. Al 26’ ancora il Liverpool con il tiro di Sturridge, ma la palla va di poco fuori. Al 30’ si sveglia l’Everton, con Mirallas e Barry che provano in rapida successione, ma priva para Mignolet e poi il pallone finisce fuori. Al 31’ ci prova Mirallas, ma la palle termina di poco a lato. Contropiede del Liverpool al 33’, con Coutinho che serve Sturridge che liberissimo fulmina il portiere e fa 2-0. L’Everton va in tilt, e al 34’ ancora Sturridge scatta sul filo del fuorigioco e riceve il lancio di Tourè, prova il pallonetto con Howard in uscita e segna il terzo gol del match. Doppietta per lui e pandemonio Reds. L’unico a crederci nell’Everton sembra essere Mirallas. Il primo tempo termina 3-0, con l’Everton nel finale voglioso di segnare per riaprire il match.

Nella ripresa l’Everton sostituisce Pienaar con Osman e sembra partire col piede giusto, ma al 49’ Alcaraz perde stupidamente un pallone a centrocampo e fa partire il contropiede di Suarez, che entra in area e deposita in rete senza che lo stesso Alcaraz e Jagielka possano fare un granché. 4-0 e 22° rete per Suarez in campionato. Al 53’ ancora Liverpool con Sterling che viene atterrato in area da Howard: rigore per il Liverpool, ma Sturridge lo calcia di collo pieno e lo manda in curva. La partita si addormenta, l’Everton ci prova con l’orgoglio ma non riesce a mettere in difficoltà la retroguardia dei reds. Al 69’ ci prova McCarthy, ma Mignolet si allunga e devia in corner. Al 70’ cambio per il Liverpool, con Moses che rileva Sturridge. Al 72’ secondo cambio reds, con Kelly che rileva Flanagan. Al 76’ Roberto Martinez decide di togliere Barkley, di rientro dall’infortunio, e di inserire McGeady. All’82 terzo cambio del Liverpool, con Luis Alberto che rileva Coutinho. Nel finale ci prova anche Moses, ma senza successo. Dopo 3’ di recupero, finisce il match.

Il Liverpool domina e distrugge L’Everton, molto disunito e incapace di reagire stasera. I Reds salgono al quarto posto solitario con 46 punti, in attesa di Tottenham- Manchester City. L’Everton perde la sua terza partita stagionale e rimane a 42 punti, allontanandosi così dalla zona Champions.

Liverpool-Everton 4-0: 20′ Gerrard, 33′ Sturridge, 34′ Sturridge, 49′ Suarez.

Liverpool (4-4-2): Mignolet, Flanagan (72′ Kelly), Skrtel, Tourè, Cissokho, Sterling, Gerrard, Henderson, Coutinho (82′ Luis Alberto), Suarez, Sturridge (70′ Moses).

Everton (4-2-3-1): Howard, Stones, Alcaraz, Jagielka, Baines, McCarthy, Barry, Mirallas, Barkley (76′ Mc Geady), Pienaar (46′ Osman), Lukaku (25′ Naismith).

SHARE