SHARE

Dopo l’arrivo quasi certo del brasiliano Henrique, il Napoli sembra aver individuato il terzino sinistro del futuro. Un blitz notturno di Bigon pare essere stato risolutivo per l’acquisto di Faouzi Ghoulam, in forza al Saint Etienne. L’operazione, costata circa 5 milioni, sembra soddisfare tutti, tranne i tifosi del club francese, inferociti per la cessione. Perchè tanto clamore? Ecco qualche informazione su Ghoulam, tra i migliori terzini della Ligue 1 secondo il parere di molti.

Faouzi nasce in Francia nel 1991, ma acquisisce presto anche la cittadinanza algerina. La sua carriera da calciatore parte nella stessa squadra dove gioca tutt’ora, il Saint Etienne: entrato nei pulcini nel 1999, non lascerà mai la casacca verde, proseguendo nella trafila fino a raggiungere la prima squadra. Il suo esordio in Ligue 1 avviene nel 2010, iniziando ad entrare nel vivo del calcio professionistico e nel cuore dei tifosi. Dopo sei mesi di partite giocate ad intermittenza, diventa titolare a partire dall’anno successivo, senza perdere praticamente più il posto. Lo scorso giugno a nulla sono serviti i corteggiamenti di Torino prima e Roma poi, dato il suo rapporto speciale con la tifoseria e la grande stima del presidente e del suo allenatore. Questa volta, però, sembra diverso: il progetto del Napoli e la voglia di cambiare ambiente dopo tanti anni potrebbero aver modificato le carte in tavola. La sua avventura in nazionale comincia nell’Under 21 francese, in cui disputa soltanto due partite. Arriva, infatti, la convocazione della nazionale maggiore algerina, a cui non si sente di replicare il rifiuto fatto per la selezione giovanile. Gioca due gare di qualificazione al mondiale ed un’amichevole, meritandosi in breve il posto da titolare.

Ghoulam nasce come ala d’attacco, ma viene presto rimodellato come terzino viste le sue spiccate abilità in copertura e l’intelligenza tattica. Fa dell’atletismo la sua arma principale, sfruttando le lunghe leve ed il metro e 87 di altezza. Nonostante le grandi capacità fisiche, è dotato di discreti mezzi tecnici: nella sua squadra è quasi sempre lui a far partire l’azione, appoggiando sul mediano e partendo in sovrapposizione con la sua velocità. Il suo piede è il sinistro, con cui riesce a scagliare tiri di rara potenza e calibrare cross tesi e precisi: non a caso nel Saint Etienne viene incaricato della battuta di quasi tutti i calci da fermo, a partire dai calci d’angolo fino alle punizioni. Una sua ulteriore caratteristica è quella di avere una lunghissima gittata nel battere le rimesse laterali: ciò potrebbe esaltare al meglio gli inserimenti degli esterni, abili a tagliare alle spalle degli avversari in assenza del fuorigioco.

Questo è Faouzi Ghoulam: un difensore completo, giocatore fisico e gran crossatore. Deve ancora dimostrare molto ed azzardare paragoni pesanti può essere controproducente, ma vista la giovane età alla corte di Benitez non potrà che migliorare.