SHARE

palacio

Continua la marcia di avvicinamento al ‘derby d’Italia’ in programma domenica sera allo Juventus Stadium, infatti, a parlare oggi è stato il bomber dell’Inter Rodrigo Palacio che al quotidiano ‘La Stampa’ ha parlato del momento di transizione che sta vivendo la squadra del presidente Thohir. L’attaccante argentino ha tracciato nell’attuale quinto posto in classifica la vera dimensione dell’Inter, ma ha anche rincarato la dose per quanto riguarda il tema arbitri che hanno penalizzato più volte, a detta sua, la squadra di Mazzarri, con errate segnalazioni.

QUINTO POSTO – “In generale tutti quanti abbiamo le posizioni e anche i distacchi che meritiamo – ha esordito Palacio – . Questo per noi è un anno difficile, ma rimaniamo una grande squadra che nella serata giusta può battere anche la Juve. Ci mancano alcuni punti per qualche ingiustizia che abbiamo subito e qualche rigore che dovevano darmi. Però credo che la nostra dimensione oggi sia questa. Ci rendiamo conto delle difficoltà e ci alleniamo molto con la fiducia di superare questo periodo e andare oltre. L’inizio di campionato ha falsato un po’ le prospettive, ci ha illuso che si potesse restare attaccati alle prime della classifica nonostante fosse un anno di transizione”.

RITORNO IN PATRIA – Il ‘Trenza’ ha poi svelato il suo desiderio di tornare un giorno a vestire la maglia del Boca Juniors: “Vorrei tornare in Argentina dopo aver alzato una Coppa Europea come è riuscito a Carlitos con il Manchester United. Capisco che sembri impossibile per chi sta in un club italiano visto che neppure la Juve fa strada in Champions League tuttavia credo che qualcosa stia cambiando, la Serie A quest’anno ha richiamato più campioni e quanto è successo alla Juve è stato solo un incidente: ma si può pensare che fosse più debole del Galatasaray?”

 

SHARE