SHARE

1801039_10202936137313373_910231672_n

Quante volte vi è capitato di rimanere sgomenti di fronte a voti ”sconcertanti”? Quante volte vi è capitato di chiedervi il perchè o il percome di qualche voto? Quante volte avete gridato al complotto dicendo ”quello è un raccomandato” o peggio ”tanto quello ce l’ha LUI al Fantacalcio”? Allora questa nuova rubrica fa al caso vostro…e del vostro fegato. Qui ci proponiamo di ”giudicare” in maniera ironica i voti degli ”esperti” che ogni Lunedì ci fanno sobbalzare sulla sedia.

Giornata con una pioggia di voti pessimi che si è abbattuta su Napoli, Fiorentina ed Inter. Come sempre non sono mancate le discrepanze e le sorprese e noi siamo qui per dare un voto ai voti.

MANO PESANTE – Come detto è stata la giornata delle insufficienze piene. Con la Gazzetta dello Sport che ci è andata giù con forza nelle debacle della Fiorentina, al Sabato con il Cagliari, e di Napoli e Inter rispettivamente contro Atalanta e Juventus. Roncaglia, quattro pieno per lui, il peggiore secondo la rosea, seguito da Aquilani e Ilicic con due  quattro e mezzo. Stesso voto è toccato a metà rosa del Napoli e dell’Inter: Reina, Maggio, Fernandez, Inler, Callejon, Nagatomo, Kuzmanovic, Taider, Palacio. Un vero e proprio bollettino di guerra. Se a questi aggiungiamo anche i vari Thereau, Robinho, Bonera abbiamo il succo di questa giornata da dimenticare.

SOLITE DISCREPANZE – Oramai siamo sempre qua a ripetere le solite differenze, a volte nette, di giudizio tra le varie redazioni. Partiamo dal Napoli, sopracitato, dove c’è da segnalare la forte divergenza tra il voto dato al numero sette Callejon dal Corriere dello Sport e dalla Gazzetta, per il primo pienamente sufficiente per l’altro più che insufficiente. Discorso simile per Ricardo Kakà, la Gazzetta premia la prestazione del fantasista rossonero con un bel 6,5 ma i colleghi del Corriere non sono d’accordo e gli assegnano un 5 pieno. Quali dei due è il vero voto di Kakà? Ai posteri l’ardua sentenza… Stessa sorte toccata a Barrientos, anche se in questo caso la differenza tra le due valutazioni si innalza: 7 per la rosea e 5,5 per il giornale romano. Si potrebbe continuare a lungo questa lista con Cerci (6,5 e 5,5) oppure Tevez (5,5 e 6,5). Punti di vista o di svista?

SE SEGNI TI INNALZO AL CIELO- Altra abitudine dei nostri amati colleghi giornalisti è quella di far lievitare il voto dei calciatori al momento di una rete, ma non è una storia che si ripete per tutti. Da un lato i voti più che meritati di Emeghara (7,5), Denis (8) e Keità (7,5), dall’altro qualche decisione che non convince a pieno come il 7,5 di Maxi Lopez e Moralez, mezzo voto in meno per entrambi sarebbe stato più onesto. In fine, per la serie “Le sorprese non finisco mai” ecco il 7,5 di Cristiano Del Grosso. Il terzino atalantino è stato autore di una prestazione più che sufficiente, ma questo voto non ci sentiamo di condividerlo. Qualcuno ha un Santo in Paradiso?

Alfonso Boffardi per iconsiglidelfantacalcio.it

SHARE