SHARE

1801039_10202936137313373_910231672_n

Quante volte vi è capitato di rimanere sgomenti di fronte a voti ”sconcertanti”? Quante volte vi è capitato di chiedervi il perchè o il percome di qualche voto? Quante volte avete gridato al complotto dicendo ”quello è un raccomandato” o peggio ”tanto quello ce l’ha LUI al fantacalcio”? Allora questa nuova rubrica fa al caso vostro…e del vostro fegato. Qui ci proponiamo di ”giudicare” in maniera ironica i voti degli ”esperti” che ogni Lunedì ci fanno sobbalzare sulla sedia.

Giornata ricca di discrepanze nella distribuzione dei voti, a volte di un punto ma anche di due, che come solito fa pensare a noi fantallenatori: “Ma voi giornalisti che partita avete visto?”

QUESTIONE DIFFERENZE- Ebbene si, un mezzo punto  può decidere una partita di fantacalcio ed influenzare una stagione intera. Giornate buie per i fantallenatori soprattutto quando le diverse testate si mettono d’impegno per non “farci capire niente“. Fiorentina-Atalanta, Consigli compie parate egregie, la Rosea gli assegna un giusto 6,5,  la redazione Roma gli dà un 7 mentre Napoli solo un 6… Punti di vista no??? Rimanendo su questa stessa partita salta all’occhio la votazione di Raimondi, Milano e Roma gli assegnano un giusto 5 mentre Napoli gli dà addirittura un 6… Ma avete valutato lo stesso giocatore???

Nella sfida di pranzo tra Torino-Bologna, Antonssonha fatto una buona partita e dunque Milano e Roma gli danno un giusto 6,5 mentre Roma lo reputa insufficiente dandogli un 5,5 non considerando che ha fermato un signor giocatore come Immobile. Sempre nello stesso match Christodopulos è stato imprendibile e la Gazzetta gli dà un 7 pieno, Roma esagera con 7,5 mentre Napoli gli da un 6,5 come sempre la verità sta nel mezzo.

Ci spostiamo alla partita tra Sampdoria – Cagliariil portiere Avramov ha una prestazione senza infamia e lode a tal proposito Napoli gli dà un 6 pieno, il Corriere dello Sport addirittura 6,5 mentre Milano gli regala un brutto 5,5: chi avrà ragione??? Marco Sau è stato autore di una bella prestazione, a tal proposito Milano gli assegna un 6,5 meritato, Napoli lo ritiene sufficiente mentre Roma lo boccia pienamente con un 5. Ora non sta a noi giudicare il lavoro altrui, ma un voto e mezzo di differenza ci sembra un po’ troppo.

Ci spostiamo ancora dando uno sguardo alla sfida tra Napoli- Milan, qui il neo arrivato Taarbat esegue il suo compito alla perfezione meritandosi il 7 da Milano, Napoli gli dà 6,5 mentre Roma lo ritiene appena sufficiente con 6. Come sempre ripetiamo, la verità sta nel mezzo. Restando al Napoli Lorenzo Insigne inventa, gioca e corre a perdifiato: Roma e Napoli lo premiano con un 6,5, ma Milano lo boccia con un 5,5. La sua prestazione, a nostro avviso, è più vicina alle prime due redazioni. 

CI SONO 7,5 e…7,5- La questione è semplice: se segni due goal ma sei invisibile per tutta la partita perchè devi prendere 7,5??? Il caso di questa settimana riguarda lo juventino Tevez, premiato da Roma e Milano con un 7,5, a nostro avviso generoso, mentre Napoli gli dà un giusto 7. Fa da contraltare il 7,5 della Rosea a Gonzalo Higuain, autore di una prestazione maiuscola facendo dannare tutto il reparto difensivo del Milan, solo Roma lo premia con un giusto 8. Voto quest’ultimo raggiunto da altri giocatori anche senza essere decisivi in un match e ce ne sarebbero di esempi da citare. 

BALOTELLI DIETRO LA LAVAGNA- Lo stiamo ripetendo da un po’ di tempo, molte volte le testate mancano di uniformità di giudizio sui cosiddetti Top Player. Milano e Roma bocciano il Balo con un brutto 4,5 mentre Napoli giustamente gli dà 5. La mano pesante della Gazzetta e del Corriere nei confronti del milanista appare quasi gratuita, visto che comunque in altre prestazioni peggiori ha rimediato voti più alti. Mezzo punto per il fantacalcio è tanto, si rischia di perdere o vincere una partita e compromettere un’intera stagione.

Emilio Atorino per iconsiglidelfantacalcio.it

SHARE