SHARE

rudi_garcia-586x396

Rudi Garcia alla soglia dei cinquant’anni decide di raccontarsi: esce infatti la sua biografia scritta insieme al giornalista Denis Chaumier. L’allenatore giallorosso inizia proprio con l’approdo a Roma: il primo colloquio con Walter Sabatini e la partenza in salita, “Non sarà lei a firmare” tuona il direttore sportivo, ai tempi sempre in contatto con Laurent Blanc. Successivamente l’incontro con James Pallotta e l’accordo raggiunto e festeggiato con due bottiglie di vino di Borgogna.

L’idillio col capitano Il tecnico francese invia subito un SMS al capitano Francesco Totti: “Buongiorno Francesco, come sapete sono il nuovo allenatore della Roma. Parlerò con ognuno di voi al vostro ritorno. Lavoreremo duro per giocare bene insieme e vincere dei titoli. Forza Roma!“. Immediata la risposta del capitano: “Io sono in vacanza in America, ho saputo la notizia tramite Internet… Intanto le do il benvenuto a Roma sperando di ottenere risultati e vittorie insieme… A presto!“. Nasce subito l’intesa con quello che Garcia definisce un giocatore “della tempra di Platini o Maradona

Il rilancio L’allenatore giallorosso racconta anche della rivoluzione effettuata a Trigoria: le strutture “vecchie, superate” vengono sostituite, dalla sala riunioni alla sala da pranzo, fino al “rustico” spogliatoio. La vera rivoluzione però si vede sul campo: la Roma vince il derby, si rilancia dopo una stagione difficile ed inanella una serie di vittorie che la portano a stabilire un record storico.

Il libro al momento è disponibile solo in Francia, in Italia dovrebbe arrivare prossimamente con queste e tante altre curiosità riguardanti il tecnico francese, dalla sua storia personale fino all’arrivo a Roma.