SHARE

371483_herol

LA PARTITA – Il Trabzonspor comincia la partita con una certa personalità ma col passare dei minuti è la Juventus a prendere sempre più campo e a farsi vedere dalle parti del portiere Kivrak. Il primo squillo dei bianconeri è al 5′ in seguito a buona combinazione Pogba-Isla, il cui passaggio in area rasoterra trova Tevez che ben si era liberato ma il destro dell’argentino è alto. La squadra di Conte non spinge troppo sull’acceleratore ma sono comunque i bianconeri a fare la partita con i turchi che dimostrano tutte le difficoltà di una stagione per loro disgraziata e sfortunata. Sfortuna che si palesa al minuto 15 quando Osvaldo sfrutta un rimpallo fortunoso su un difensore del Trabzonspor il quale lancia l’attaccante italo-argentino che mette a segno il vantaggio con un preciso tiro che passa sotto le gambe di Onur Kivrak. Il gol però non galvanizza particolarmente la Juve che continua nel suo possesso palla nel tentativo di far uscire dalla propria area di rigori i turchi, che si palesano dalle parti di Buffon solo al 27′ con Emre Gural il quale dal limte dell’area di rigore si gira ma il tiro è smorzato e semplice da bloccare a terra per il portiere della Nazionale. Da qui sino alla fine del primo tempo le occasione più nitide sono di marca juventina: prima al 28′ con una bella penetrazione in area Isla impegna col sinistro Kivrak in uscita, poi una decina di minuti dopo sempre Isla, tra i migliori dei suoi, serve in area Tevez che con una finta di corpo si libera di un avversario ma il suo sinistro è centrale e Kivrak respinge non senza affanno. Gli unici brividi del primo tempo per i bianconeri sono disattenzioni di Bonucci in particolare e Ogbonna che peccano di imprecisione nell’appoggio in più occasioni. La prima frazione però si chiude con la botta di Peluso al 44′ che esce alla destra del primo palo col portiere in tuffo.

Il secondo tempo segue lo stesso spartito del primo, con la Juve al piccolo trotto e il Trabzonspor che quando può tenta qualche sortita offensiva. Ma i primi tentativi sono bianconeri al 50′ con Pogba che prova a sorprendere Kivrak con un tiro dalla lunga distanza che rasoterra esce di poco, e con Osvaldo in area cerca il secondo palo con un tiro a giro ma il portiere turco respinge. Al minuto 71′, dopo una fase di partita senza particolari emozioni, un brivido gela lo Juventus Stadium ma il gol del Trabzonspor, dopo un’azione un pò frenetica, viene annullato dall’arbitro bielorusso che ha visto la palla uscire sul fondo prima del decisivo passaggio a centro area. Al minuto 76′ Antonio Conte rivoluziona la formazione con l’ingresso di Giovinco per Marchisio, dopo quelli di Llorente e Vidal per Osvaldo e Isla, tramutando il 3-5-2 in un 4-3-3 con l’intenzione di provare a chiudere la questione qualificazione già allo Juventus Stadium. Ma per la Juve è un finale di sofferenza con il Trabzonspor che spinge con irruenza, sfruttando la stanchezza di molti bianconeri. E’ la Juve però a sfiorare il raddoppio al 90′ con Pogba che in area a botta sicura trova solo il palo ; la squadra di Antonio Conte allora prova a spingersi in avanti nel tentativo di raddoppiare ma si presta spesso e volentieri alle ripartenze turche nei minuti finali. Ma al 94′ Pogba servito a centro area da Tevez non può sbagliare e segna il 2-0 che permetterà alla Juventus di andare a Trebisonda tra sette giorni con più tranquillità.

SHARE