SHARE

20130918_montella_cs_elc

Un Vincenzo Montella sorridente quello che ha affrontato le telecamere al termine di Esbjerg-Fiorentina, partita in cui la viola ha dimostrato il suo valore e che ha fatto registrare il rientro di alcuni e la buona forma di altri prospetti viola, su tutti spicca Ilicic ancora in gol dopo la marcatura in campionato contro l’Atalanta.

CONFERENZA STAMPA MONTELLA “In tutte le partite aspetto delle risposte, anche da me stesso. Abbiamo risposto a noi stessi, come sempre è successo dopo prestazioni non all’altezza. Abbiamo giocato con umiltà, meritando la vittoria anche se abbiamo rischiato di prendere qualche altro gol. Mi è piaciuta la determinazione e l’interpretazione della gara. C’era la voglia di rimettere le cose a posto, questo è quello che mi è piaciuto”.

Ilicic? “Ha giocato bene anche in altre partite. Era comprensibile che avesse problemi a trovare la condizione, si portava dietro un infortunio”.

Gomez? “Mario ha bisogno di giocare un po’ alla volta, al di là del desiderio nostro e senza fretta. Stiamo tutti calmi e lo inseriamo un po’ alla volta come stiamo facendo”.

E la Juventus ha vinto 2-0? “Abbiamo ipotecato la qualificazione, ma questo non significa niente perché anche nei preliminari eravamo in netto vantaggio all’andata. Detto questo poi penseremo alla Juve, è bello giocare con le grandissime squadre”.

Aquilani rinato regista? “Ogni volta che ha giocato davanti alla difesa ha giocato lì per mia scelta e non perché mancava qualcun altro. Stasera ha giocato con padronanza del ruolo, gli serve continuità e conoscenza del ruolo”.

Il ritorno sarà una formalità? “No, non lo è. La qualificazione va conquistata anche se abbiamo un vantaggio e ce lo portiamo sul campo. Questo Esbjerg spinge molto sugli esterni, ma questo lo facciamo anche noi e sappiamo che possono lasciare degli spazi in altre zone del campo”.

Effetti positivi sulla squadra? “Vincere aiuta a vincere, questa vittoria ha un buon effetto sulla squadra”.

Soddisfatto di Matri? “Un gol se lo meritava, anche a lui serve per avere sempre più fiducia”.

Matos fa bene sui campi pesanti? “Ha molta forza fisica e per questo è agevolato”.

Quale destino per il campionato? “C’è sempre più convinzione, sfrutteremo la spinta che ci ha dato questa vittoria”.

Italiane in Europa League? “E’ una competizione da considerare, perché ti fa crescere come società e squadra. Io e la Fiorentina rispettiamo molto questa competizione e ci piace contribuire ad alzare il Ranking Uefa”.

SHARE