SHARE

In Spagna l’indignazione di tantissimi tifosi ha convinto il giudice sportivo della Segunda Division, la serie B iberica, a revocare una sanzione pecuniaria comminata al giocatore Jonathan “Jona” Mejia Ruiz, attaccante del Real Jaen, che lo scorso sabato in occasione del match vinto per 3-0 in casa contro il Las Palmas grazie anche ad una sua doppietta, ad uno dei due gol realizzati aveva mostrato una t-shirt con la scritta “Animo Pequenines”, letteralmente “Coraggio bambini” come dedica ad una ragazzina di 14 anni malata di leucemia. Il Real Jaen ha inizialmente preso la notizie con forte sgomento.

COLLERA E IRRITAZIONE – Nel regolamento disciplinare vige ildivieto di esporre allo stadio messaggi pubblicitari, slogan, acronimi, testi con messaggi politici e religiosi“, cosa che ha comportato una multa a Jona di duemila euro. Ma la sollevazione popolare scatenatasi soprattutto sul web in favore della punta del Real Jaen contro questa decisione apparsa a dir poco inopportuna e che ha dimostrato forte insensibilità da parte degli organismi preposti su un tema molto delicato ha alla fine convinto la Commissione d’Appello della Federcalcio spagnola a tornare sui propri passi, cancellando l’ammenda.

GRACIAS A TODOS – Il Real Jaen ha espresso poi tutta la propria soddisfazione per questo esito felice, ringraziando i tifosi suoi e di altre squadre per aver permesso con la loro civile protesta che si compiesse una evidente ingiustizia in nome di un nobile ideale.

SHARE