SHARE

Il ritorno (l’ennesimo!) dell’Imperatore. Adriano Leite Ribeiro è sceso di nuovo in campo dopo due anni con la sua nuova squadra, l’Atletico Paranaenense.

Ennesima prova di rientro nel mondo del calcio giocato di un talento che si è perso troppo facilmente. Dopo la cacciata dal Corinthians, ultima squadra con cui era sceso in campo ben due anni fa e il tentativo fallimentare con il Flamengo, ora è la volta dell’Atletico Paranaense che gli ha dato un’altra possibilità dopo un intenso periodo di prova. Lunedì l’Imperatore compirà 32 anni e dopo aver smaltito la pancia e aver sudato un po’ a trovare un minimo di forma, si è regalato il ritorno in campo, nella partita di Copa Libertadores vinta dall’Atletico Paranaense sui boliviani del The Strongest. Adriano è entrato al 41′ della ripresa al posto del bomber Ederson, tra gli applausi e i cori dei tifosi che lo hanno accolto con gioia. L’ex Inter ha risposto con molto entusiasmo, soprattutto a fine partita, dicendo di voler onoraree la maglia e spingere la squadra alla vittoria della Libertadores, un trofeo che non ha ancora in bacheca. Ma a sorpresa Adriano annuncia anche il suo obiettivo:  “Sogno i mondiali e di vestire ancora la maglia verdeoro della nazionale brasiliana, devo ancora perdere un po’ di peso, non sono ancora nella forma ottimale, ma ci credo”.

E nella nottata, l’Imperatore ha replicato, vestendo per la seconda volta la maglia rossonera, entrando stavolta al minuto 82′, ancora per Ederson, anche se il “Furacao” ha perso 2-0 a Liniers contro il Velez Sarsfield.

SHARE