SHARE

adriano scem

Vi abbiamo parlato ieri del’ennesimo ritorno in campo di Adriano, stavolta con la maglia dell’Atletico Paranaense nientemeno che in Copa Libertadores (qui), anche se il debutto è stato sfortunato, con il “Furaçao” sconfitto per 2-0 a Lineares contro il Velez Sarsfield di Mauro Zarate. Ma a far discutere, ovviamente in negativo, non è tanto il risultato sfavorevole conseguito sul campo  quanto il fatto che Adriano, impiegato soltanto nell’ultimo quarto d’ora dell’incontro, abbia poi lasciato il campo senza salutare il proprio allenatore Miguel Angel Portugal, disertando anche la sua annunciata presenza in sala stampa.

IL SOLITO – Adriano, entrato al 77′ dopo aver dato evidenti segnali di insofferenza in panchina, si è dunque sfogato con un rumoroso silenzio verso il tecnico dell’Atletico Paranaense, anche se questo ha rovinato la sua nuova cosiddetta “rinascita sportiva”. Il compagno di squadra di Adriano, Manoel, ha difeso l’ex Inter e Roma dichiarando: “Credo che se il mister avesse mandato Adriano in campo prima del 77′ la squadra ne avrebbe giovato. Ma le scelte le fa l’allenatore e vanno rispettate”.

SHARE