SHARE

Walter

Alla vigilia di Roma-Inter, consueta conferenza stampa del tecnico nerazzurro Walter Mazzarri. All’andata a San Siro andò in scena la prima sconfitta stagionale per i neroazzurri, quella di domani invece rappresenterà un decisivo spartiacque della stagione di entrambi i club. Di seguito le parole del tecnico di San Vincenzo.

La settimana – “Ci siamo allenati abbastanza bene, con qualche disguido ma cose normali. Con squadre come Fiorentina e anche la Roma si cerca di fare la partita, si gioca in un certo modo da parte di entrambe le squadre”.

Hernanes convocato – “Lui è un generoso, ha poca attenzione al suo dolore. Questo porta a non allenarsi mai al meglio. Da qui il riposo della scorsa settimana. E’ convocato, lo porto. Adesso vedo se posso schierarlo dal primo minuto o partire dalla panchina”.

Icardi dal primo minuto? – “Non era una questione di fiducia ma di stare bene o male. Adesso si sta allenando in un certo modo da settimane. Ora vedrò se impiegarlo domani dall’inizio”.

Garcia sta facendo bene – “Ha dimostrato che è molto bravo, fa giocare bene la squadra e sa gestire bene i giocatori. La società ha fatto una grande campagna acquisti e ha fatto scelte importanti. A Roma stanno facendo tutti molto bene”.

C’è ancora tempo – “Con un po’ di cattiveria in più sotto-porta, meritavamo di più in certe partite. Questo è l’unico mio rammarico. Adesso ci sono 39 punti a disposizione, spero che gli episodi girino anche a nostro favore. Nel valutare il lavoro vi chiedo di stare attenti a tutto. Siamo ancora in tempo a fare bene e questa annata va valutata tenendo conto tutti gli aspetti. Io sono contento di quello che sto facendo tutti i giorni con i giocatori e poi in campo”.

Punto con Thohir – “Ogni anno bisogna riaggiornarsi e parlare. Ha parlato il presidente e io sono d’accordo. Ci sono tante cose che ci siamo detti e che rientrano nella sfera privata. Ma le linee guida sono quelle che ci siamo detti. Ci sono tante gare che possono servire a capire chi confermare. Tante cose nel calcio non si possono programmare in anticipo”.

C’è spazio per Cambiasso e Zanetti? – “In linea di massima sì. Certo che può esserci spazio. Io cerco di fare le scelte migliori. Zanetti? Normale che pian piano può avere meno rapidità poi ha avuto un infortunio… Con Zanetti ho un rapporto frequente, è importante anche se non gioca”.

SHARE