SHARE

gervinho

Si apre con Roma-Inter la 26ª giornata di Serie A. In un Olimpico quasi privo di spettatori (solo le tribune aperte) Garcia schiera Nainggolan titolare (relegando in panca Pjanic) e punta sul tridente Gervinho-Destro-Ljajic in attacco. Dall’altra parte Mazzarri lancia Icardi dal primo minuto e lo affianca a Palacio.

PRIMO TEMPO – L’inizio gara è di marca giallorossa e dopo tre minuti Lijajc impegna Handanovic su punizione: bravo il portiere sloveno a respingere con i pugni. Al 6′ minuto lancio di De Rossi per Gervinho, che calcia al volo trovando ancora la risposta del portiere nerazurro. Dopo un buon avvio, però, i padroni di casa rallentano e l’Inter alza il suo baricentro. Al 20′, dopo un paio di sortite offensive senza esito, i nerazzurri si rendono pericolosissimi: cross di Alvarez, Palacio salta solo e colpisce di testa mandando la palla di un soffio sopra la traversa. Prende coraggio l’undici di Mazzarri e prova a penetrare fra le maglie della difesa giallorossa con Guarin prima  e Nagatomo poi, senza esito. Al 32′ rete annullata alla Roma: cross di Torosidis, Nainggolan prolunga di testa per Destro, il quale buca Handanovic ma è in posizione di fuorigioco. Dieci minuti più tardi grande azione di Alvarez che si libera di due avversari e serve Jonathan a ridosso dell’area piccola, provvidenziale intervento di Castan a murare l’esterno brasiliano. Finisce così un primo tempo non troppo emozionante, con i  i giocatori delle due squadre infuriati con Bergonzi per alcune decisioni arbitrali.

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa la Roma sembra più convinta e si fa vedere dalle parti di Handanovic con Gervinho e Destro, fermati in angolo rispettivamente da Rolando e Samuel. Al 53′ Rudi Garcia opera il primo cambio, sostituendo Ljajic con Pjanic. Passano dieci minuti e Mazzarri inserisce un fischiatissimo Hernanes al posto di Alvarez, sicuramente uno dei più propositivi della squadra milanese. Al 67′ grande intervento di Rolando che anticipa Gervinho, pronto a insaccare da due passi su cross teso di Torosidis. Ci prova la squadra di Garcia e, al 73′, Nainggolan pesca Pjanic tutto solo in area: il bosniaco controlla bene e calcia in porta, trovando un super Handanovic a negargli la goia del gol. Dall’angolo seguente ancora Pjanic ha una buona chance, ma il suo colpo di testa termina a lato. Ancora Roma al 77′: Nainggolan ruba bene palla a Guarin e scaglia un potente destro dalla distanza che termina a lato di poco. E’ l’ultima reale occasione della gara. Nell’ultimo quarto d’ora non succede nulla di concreto, escluso un pugno a palla lontana di Juan Jesus a Romagnoli che fa il pari con quello dato da De Rossi ad Icardi sul finire del primo tempo. Termina così 0-0 una partita intensa ma con davvero poche emozioni, in cui un Inter piuttosto compatta riesce a imbrigliare una Roma meno brillante del solito.

Tabellino

Roma-Inter 0-0

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Benatia, Castan, Romagnoli; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Ljajic (53′ Pjanic), Destro (80′ Bastos), Gervinho (88′ Florenzi). A disposizione: Lobont, Skorupski, Toloi, Taddei, Ricci, Mazzitelli, Di Mariano. Allenatore: Garcia.

INTER (3-5-2): Handanovic; Rolando, Samuel, Juan; Jonathan (86′ Zanetti), Guarin, Cambiasso, Alvarez (63′ Hernanes), Nagatomo; Icardi (73′ Botta), Palacio. A disposizione: Carrizo, Andreolli, Kovacic, Campagnaro, Kuzmanovic, Taider, Milito, Ranocchia, D’Ambrosio. Allenatore: Mazzarri.

Arbitro:
 Bergonzi

Ammoniti: Samuel

SHARE