SHARE

cagliariudinesePP

Dopo il pareggio di San Siro, il Cagliari continua il proprio momento positivo battendo l’Udinese al Sant’Elia per 3-0 con il gol di Ibarbo nel primo tempo e quelli di Vecino e Ibraimi nel secondo.

IBARBO INARRESTABILE– L’Udinese dimostra subito di essere arrivata a Cagliari per fare la partita e al 17’ ha subito una grande chance con Di Natale che, servito da Pinzi, spedisce altissimo dal centro dell’area di rigore. Sul ribaltamento di fronte il Cagliari passa. Ibarbo raccoglie un lancio di Astori e fa fuori un colpevole Naldo con uno stop di petto, la palla rimane lì e l’attaccante rossoblù batte agevolmente Scuffet per il vantaggio sardo. A questo punto l’Udinese reagisce. Al 23’ Fernandes serve Di Natale, botta di sinistro sul primo palo respinta da Avramov. Cinque minuti dopo il numero dieci friulano colpisce una traversa con un destro a giro deviato da Dessena.

LA RIPRESA– Nella ripresa l’Udinese continua a premere e sfiora il pareggio con Basta al 63’, il cui tiro da fuori è deviato da Avramov in corner. Al 76’ Nico Lopez solo davanti al portiere sardo cerca di servire Di Natale anziché tirare. E all’82’il Cagliari raddoppia grazie a una girata al volo di Vecino su un calcio di punizione battuto dal neo entrato Ibraimi. Proprio il numero 10 all’88’ chiude definitivamente il match in contropiede infilando un sinistro all’incrocio di Scuffet. E’ il 3-0 definitivo che premia un Cagliari cinico e punisce eccessivamente un’Udinese sciupona sottoporta.

 

SHARE