SHARE

benzemaPP

In un Vicente Calderon bollente, Atletico Madrid e Real Madrid impattano 2-2 al termine di un match spettacolare, corredato da tante polemiche arbitrali. Hanno giocato a rincorrersi Atletico e Real, con i colchoneros in grado di rimontare il vantaggio iniziale di Benzema con Koke e Gabi, ma riacciuffati nel finale dal solito Cristiano Ronaldo.

VANTAGGIO E PROTESTE- Gli uomini di Ancelotti provano subito a spegnere l’entusiasmo dei cugini e dopo appena due minuti e dieci secondi sono già in vantaggio. Sugli sviluppi di un angolo, contestato, Di Maria pennella in mezzo per Benzema, il fuorigioco dell’Atletico non scatta e il francese batte agevolmente Courtois sotto misura. I colchoneros accusano il colpo ma provano a scuotersi all’11 con Diego Costa che va via in area a Sergio Ramos. Il centrale della nazionale spagnola lo stende ma il rigore clamorosamente non viene concesso scatenando l’ira di Simeone. Ma non c’è nemmeno il tempo per recriminare perché il Real va vicino al raddoppio due volte. Prima, al 23’, ci prova Benzema con un tiro al volo deviato da Courtois in angolo. Poi, il portierino belga è mirabolante nel tirare fuori dalla porta un colpo di tacco di Ronaldo da due passi al 24’.

DOPPIO SQUILLO ATLETICO– Ma proprio nel momento migliore delle merengues, l’Atletico risorge. È Koke a suonare la carica insaccando il pareggio al 28’ con un diagonale violentissimo appena dentro l’area, servito da Arda Turan. Al 46’ la rimonta colchonera trova completamento. Su un calcio di punizione da 35 metri, Koke appoggia all’indietro per Gabi. Il capitano scaglia un missile dritto per dritto che si va a infilare sotto l’incrocio dei pali di Courtois facendo esplodere il Vicente Calderon appena prima dell’intervallo.

PUNTO ESCLAMATIVO RONALDO– La ripresa inizia con un clamoroso match ball fallito da Diego Costa che, servito da Koke, si trova solo davanti a Diego Lopez. Il suo tiro però è troppo largo e il Real Madrid resta in vita. Oltre a sopravvivere i galacticos dimostrano di saper anche pungere e mettono i brividi all’Atletico al 62’ con una volée a lato di Benzema,  al 66’ con un colpo di testa di Bale respinto da Courtois sugli sviluppi di un calcio di punizione di Modric e al 74’ con un colpo di testa a lato di Ronaldo. Ma CR7 non ha intenzione di arrendersi e all’82’ si avventa come un rapace su un cross ribattuto di Carvajal e col destro infila l’angolino che regala il pareggio al Real.

 

SHARE