SHARE

Rudi Garcia

La vittoria dell’andata consacrò definitivamente la Roma come big di questa stagione, domani sera invece al San Paolo i giallorossi sfideranno il Napoli per sigillare il secondo posto e non dire addio all’ambizioni scudetto. Di seguito le parole del tecnico dei capitolini Rudi Garcia nella consueta conferenza stampa di vigilia.

Pressione per loro – “Non è la finale del campionato. Restano undici gare per loro, 12 per noi. Siamo sei punti avanti e abbiamo una partita in meno, la pressione è su di loro, se perdono è quasi finito tutto. Su di noi non cambierà niente, se perdiamo restiamo secondi. Il Napoli è una squadra forte, come noi. Speriamo di vedere lo stesso spettacolo dell’andata della Coppa Italia. Abbiamo vinto due volte e perso una volta, noi e loro abbiamo fatto cinque gol. Vuol dire che ci sono due squadre di alto livello e può succedere di tutto. Andremo a Napoli con ambizione, spero di vedere una bella partita. Serve il 100% di tutti i protagonisti”.

Strootman ci sarà? – “Sì, per fortuna è stato solo un colpo. E’ con noi al 100%”.

Cosa ruberebbe a Benitez – “Niente, sono contento con la mia rosa di giocatori. Non penso mai a una cosa del genere. Siamo secondi con una Roma da record per la felicità del suo allenatore”.

Sulla giustizia sportiva – “Non è il problema della Francia o dell’Italia, è generale. Dobbiamo aiutare gli arbitri. Essere arbitri è difficile, devono decidere in un attimo. Così però non possiamo andare avanti, siamo nel XXI secolo e normalmente con dodici occhi si vede meglio che con sei, ma non cambia comunque nulla. O manca responsabilità dei giudici di gara o ci sono tante cose da migliorare. Nel rugby queste cose hanno migliorato lo sport”.

Il codice etico – “l codice etico è giusto, ma il problema è che tutto ciò che porta all’interpretazione non va bene. De Rossi era già condannato dalla tv e dalla non convocazione. Era meglio convocarlo e magari dopo il giudizio rispedirlo a casa. Non difendo Daniele, ma parlando con lui mi ha detto che neanche si è accorto di questo e neanche Icardi. Dobbiamo fare in modo di punire queste cose nell’area, ma lo deve fare il giudice di linea”.

Pareggio positivo – “E’ evidente, ma se giochi per il pareggio rischi di perdere. Dobbiamo giocare per vincere”.

SHARE