SHARE

Messi

Partenza veloce – L’inizio di match è molto piacevole al Camp Nou, entrambe le squadre sono da subito abbastanza lunghe e difese e attacchi si affrontano a viso aperto. Pur non creando una vera e propria azione da gol, dopo i primi 10 minuti è il Barcelona a prendere in mano il pallino del gioco con la solita grande pressione a centrocampo.

Yellow City – Nel giro di pochi minuti i padroni di casa subiscono un doppio torto arbitrale, prima con un intervento in area di Lescott su Messi poi con un gol regolare annullato a Neymar su assist di Jordi Alba. Alla mezzora metà della difesa del Manchester City è già stata ammonita, Zabaleta, Lescott e Fernandinho, la curiosità è che tutti e tre i calciatori erano diffidati e quindi salterebbero l’eventuale quarto di finale.

Botta e risposta – Al 35’ prima vera occasione per gli ospiti, buona ripartenza per citizens che fanno girare bene la palla al limite dell’area liberando Silva alla conclusione, lo spagnolo però sciupa calciando alto. Risponde subito il Barça con un’azione personale di Neymar, il tiro del brasiliano colpisce solo l’esterno della rete. Al 40’ si fanno ancora sotto i citizens, magia di Silva che di tacco serva Nasri ma il tiro al volo del francese è facile presa per Valdes. Al 44’ pronta la risposta dei catalani, azione spettacolare di Messi che serve un palla incredibile a Neymar, il brasiliano calcia a porta sguarnita ma sulla linea salva Fernandinho.

341 volte Messi – Al 50’ azione travolgente di Messi, classico movimento della Pulga che si accentra dalla destra e calcia con il mancino, la palla però batte sul palo a Hart battuto. Sul ribaltamento di fronte colpo di testa poderoso del neoentrato Dzeko ma Valdes sventa tutto con uno spettacolare colpo di reni. Al 66’ il Barcelona chiude definitivamente il discorso qualificazione, pasticcio di Lescott in area che lascia libero Messi che d’esterno sinistro secca Hart da pochi passi. 67esima rete in Champions per l’argentino, a sole quattro lunghezza dalla leggenda Raul.

Finale in rosso – Al 77’ l’arbitro non assegna un calcio di rigore netto in favore dei citizens, veemente protesta di Zabaleta che si becca il secondo giallo e va anzi tempo negli spogliatoi. All’88’ il Manchester trova la rete dell’insperato pareggio con il capitano Kompany che, dagli sviluppi di un corner, mette in rete da pochi passi. Passano soltanto 60 secondi e, come all’andata, Dani Alves colpisce a tempo praticamente scaduto: azione personale di Iniesta che spadroneggia in area e serve il brasiliano che a colpo sicuro deposita il 2-1 finale.

IL TABELLINO

BARCELLONA-MANCHESTER CITY 2-1 (and. 2-0)
Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piqué, Mascherano, Jordi Alba; Xavi, Busquets, Iniesta; Fabregas, Messi, Neymar (35′ st Sanchez). A disp.: Pinto, Puyol, Bartra, Adriano, Song, Pedro. All.: Martino.
Manchester City (4-2-3-1): Hart; Zabaleta, Kompany, Lescott, Kolarov; Fernandinho, Yaya Touré; Silva (27′ st Negredo), Milner, Nasri (29′ st Jesus Navas); Aguero (1′ st Dzeko). A disp.: Pantilimon, Boyata, Clichy, Javi Garcia, Milner. All.: Pellegrini.
Arbitro: Lannoy (Francia)
Marcatori: 22′ st Messi (B), 43′ st Kompany (M), 46′ st Dani Alves (B)
Ammoniti: Fabregas (B); Fernandinho, Kolarov, Zabaleta, Kompany (M)
Espulsi: 33′ st Zabaleta (M) per somma di ammonizioni

SHARE