SHARE

20130918_montella_cs_elc

Alla vigilia dell’ottavo di finale di Europa League tutto italiano tra Juventus e Fiorentina, il tecnico dei viola Vincenzo Montella si è presentato nella sala stampa dello Juvenus Stadium per la consueta conferenza stampa:  ”La partita si gioca in 180′, forse anche di più. L’intenzione è quelle di fare almeno un gol. Non si possono fare calcoli, soprattutto quando si gioca contro avversari di questo livello”.

Sul problema dei gol: ”Questo problema non dipende dal modulo, qualcosa di meglio dobbiamo fare: siamo fiduciosi nel vedere una partita diversa in attacco”.

Sugli ultimi 20′ di domenica: ” A me non dà fastidio quello che la stampa ha scritto ma non devo trasmettere quello che scrivete al gruppo. Le prestazioni dipendono molto dall’avversario, quando si gioca contro un avversario del genere non è mai facile, non so quanti hanno giocato come noi a Torino, abbiamo fatto grandissimo passo in avanti”.

Su Savic: ”Oggi non si è allenato perché non è al top ma conto di recuperarlo”

Sulle parole di Conte: ”Noi abbiamo ancora molto da chiedere al campionato, vogliamo fare bene anche in coppa. Vogliamo sfruttare ogni risorsa ed energia per fare bene, i ragazzi ci credono”

Su Borja Valero e Pirlo: ‘‘Spero che Borja sia tranquillo, adesso che è diventato padre. Pirlo lo avrei fatto tenere a riposo anche domani (ride ndr)”.

Su Matri e Gomez dal 1′: ”E’ una possibilità imminente, i due giocatori sono compatibili”.

Sui cori di domenica: ‘‘Possiamo e dobbiamo fare qualcosa. Nel calcio la rivalità sportiva è il sale di questa attività”.

Sulla diversità di valori in campo: ”Non sempre chi ha vinto di più è più forte, per noi è un appuntamento stimolante”.

SHARE